Categoria: News ed Eventi

6/07/2017 LA CLASSIFICAZIONE SISMICA DEGLI EDIFICI ESISTENTI

Al via il ciclo di incontri formativi “La classificazione sismica degli edifici esistenti”, organizzato da FOIV (Federazione degli Ordini degli Ingegneri del Veneto) in collaborazione con gli Ordini provinciali e patrocinato dall’ISI – Associazione Ingegneria Sismica Italiana, sul cosiddetto decreto “Sisma-Bonus”. Il primo incontro avrà luogo domani, giovedì 6 luglio a Venezia, dalle ore 9:30 alle 13:30, con replica dalle 15:00 alle 19:00 presso la sede dell’Ordine degli Ingegneri di Venezia, a Mestre in via B. Maderna, 7.
Un tema estremamente attuale, quello proposto dal corso, che intende fornire un valido contributo agli ingegneri strutturisti chiamati a esprimersi in fase di prevenzione. “Con la legge di bilancio 2017 – spiega il presidente FOIV Gian Pietro Napol –, il Governo ha prorogato al 31/12/2021 la detrazione per gli interventi di ristrutturazione ai fini del miglioramento o dell’adeguamento antisismico e per la messa in sicurezza degli edifici, con importanti novità sia per quanto riguarda la percentuale di detrazione, sia la ripartizione annuale, sia l’estensione delle zone dove è possibile usufruirne”. La detrazione del 50% fino a 96mila euro per unità immobiliare, da ripartire in 5 annualità, è stata infatti elevata al 70%-80%, nel caso in cui dagli interventi derivi una diminuzione di 1 o 2 classi di rischio. Se gli interventi riguardano parti comuni di edifici condominiali, la detrazione dell’imposta sale addirittura al 75%-85%.
L’accesso a tali detrazioni è tuttavia subordinato all’attestazione, da parte di professionisti abilitati, dell’efficacia degli interventi effettuati. “È dunque per agevolare e uniformare i comportamenti dei propri iscritti, chiamati a progettare e attestare l’efficacia degli interventi – aggiunge il presidente Napol –, che FOIV ha organizzato in tutti e sette gli Ordini provinciali questi corsi di aggiornamento, secondo quanto riportato negli allegati alle linee guida, di cui al D.M. n. 65 del 07/03/2017”.

Il calendario degli incontri prosegue con le seguenti date:
Treviso, giovedì 13 luglio 2017 orario 9:00-13:00 / replica 14:30 – 18:30, presso sede Ordine Ingegneri di Treviso, Via Prato di Fiera, 23 – Treviso
Belluno, venerdì 14 luglio 2017 orario 15:00-19:00, presso Sala Parrocchiale di Cavarzano, Via Castellani, 1 – Belluno
Padova, mercoledì 19 luglio 2017 orario 15:00-19:00 presso sede Ordine Ingegneri di Padova, p.zza Salvemini, 2 – Padova
Verona, martedi 12 settembre 2017 orario 15:00-19:00 presso sede Ordine Ingegneri di Verona, Via Santa Teresa, 12 – Verona
Vicenza, venerdì 20 ottobre 2017 orario 15:00-19:00 presso sede Ordine degli Ingegneri di Vicenza, via L. Massignan, 4/B – Vicenza
Rovigo, data da definire, ottobre 2017 orario da definire presso sede Ordine Ingegneri di Rovigo, Via L. Baruchello, 6/6 – Rovigo.

locandina venezia

19/06/2017 Seminario gratuito “La resistenza al fuoco. Novità e responsabilità” Fiera di Padova

 

PROGRAMMA

Le novità in materia di resistenza al fuoco delle opere da costruzione introdotte dal Codice di Prevenzione Incendi

La tripla protezione degli elementi strutturali: scelte e costi nascosti. Case history

Le responsabilità civili e penali del professionista in tema di resistenza al fuoco

DOCENTI

Fabio Dattilo, Direttore Interregionale dei VVF del Veneto e TAA

Mauro Caciolai, Dirigente Vigili del Fuoco

Marco Antonelli, Head of Product Management Promat, esperto di prevenzione incendi

Claudio Traverso, Direttore tecnico Promat Italia, professionista antincendio, esperto nel campo dei protettivi dal fuoco

QUANDO

19 giugno dalle 8:45 alle 13:15

DOVE

Fiera di Padova, Padiglione 11

 

Il seminario è gratuito ed è valido per l’aggiornamento dei professionisti antincendio e consente il rilascio di 4 CFP. Le iscrizioni saranno aperte a tutti fino al 31 maggio.

Per le iscrizioni e per il programma completo si rimanda al link:
http://centroformazione.net/it/seminario-gratuito-di-aggiornamento-per-professionisti-antincendio-la-resistenza-al-fuoco-le-novita-e-le-responsabilita/ 

7/06/2017 Convegno “InnovAzioni: innovare per competere. Politiche per una nuova valorizzazione dei territori”, Palazzo del Bo – Padova

Immagine Innovazioni7 06 17

IN/ARCH – Istituto Nazionale di Architettura con IN/ARCH Triveneto annunciano la quinta tappa dell’evento “InnovAzioni: innovare per competere. Politiche per una nuova valorizzazione dei territori” che si terrà il 7
giugno 2017 a Padova con focus su INDUSTRIA 4.0, SMART CITY E SMART BUILDING.
Due le sessioni di confronto previste:
– Smart Building: la digitalizzazione della quotidianità.
– Smart City: come sta cambiando l’ambiente in cui viviamo.
Cosa significa Industria 4.0? Non esiste ancora una definizione esauriente del fenomeno, ma in estrema sintesi alcuni analisti tendono a descriverla come un processo che porterà alla produzione industriale del tutto automatizzata ed interconnessa.
Non bisogna però dimenticare che l’avvento dell’era digitale non riguarda solo l’industria e il comparto produttivo, ma anche ambiti che coinvolgono molto più direttamente l’individuo e la collettività in cui esso è inserito.
L’estensione dell’influenza di Internet al mondo degli oggetti e dei luoghi concreti è una realtà con cui facciamo i conti tutti i giorni; le aspettative degli esperti sono che l’IoT (Internet of Things) cambierà il nostro modo di vivere in modo radicale: gli oggetti intelligenti, con capacità decisionale, permetteranno
risparmio energetico sia a livello personale (smart building) sia a livello macroscopico (smart-city).
L’IoT sta già modificando la nostra dimensione privata all’interno di edifici di moderna concezione che, come le industrie, andranno sempre più rispondendo alle sollecitazioni di un linguaggio comune, quello digitale. La rete sarà sempre più indispensabile e costituirà il concetto chiave di edifici interattivi e dialoganti.
Prototipizzazione digitale delle costruzioni e gestione delle informazioni per l’efficientamento del processo, realizzazione e manutenzione mediante il BIM, digitalizzazione dei servizi pubblici, wifi diffuso, energia pulita, teleriscaldamento e mobilità intelligente rappresentano solo alcuni dei punti per trasformare le città “tradizionali” in smart cities.
Il concetto di smart city viene oggi inteso come la prossima tappa nel processo di urbanizzazione: “un insieme di strategie di pianificazione urbanistica tese all’ottimizzazione e all’innovazione dei servizi pubblici così da mettere in relazione le infrastrutture materiali delle città «con il capitale umano, intellettuale e sociale
di chi le abita» grazie all’impiego diffuso delle nuove tecnologie della comunicazione, della mobilità, dell’ambiente e dell’efficienza energetica, al fine di migliorare la qualità della vita e soddisfare le esigenze di cittadini, imprese e istituzioni”.
Obiettivo principale del convegno sarà mettere a fuoco le promettenti opportunità offerte dallo sviluppo tecnologico (in particolare IoT – Internet of Things) e i cambiamenti che porterà nel nostro vivere quotidiano: il nostro ambiente, la nostra casa, la nostra qualità di vita.
Saluti: Paolo De Biagi Commissario Straordinario del Comune di Padova; Giovanni Furlan Consigliere Ordine Architetti Padova; Pasqualino Boschetto Presidente Ordine Ingegneri Padova; Agostino Bonomo Presidente Confartigianato Veneto;
Intervengono: Adolfo Guzzini Presidente nazionale IN/ARCH; Michele Franzina IN/ARCH Triveneto, Massimo Campari Direttore scientifico del Master IN/ARCH in BIM, Luciano Gamberini Direttore dello “Human Inspired Technologies Research Centre” (HIT) Università degli Studi di Padova, Antonio Martini Consigliere OICE per l’area Nord Italia, Marco Palazzetti Amministratore Palazzetti Group; Alessandro
Ravagnin Systems Marketing Manager Vimar; Giovanni Salmistrari Presidente ANCE Veneto, Carlo Natale Founder IoTT Innovations, Andrea Giordano Presidente del corso di studio Ingegneria edile-architettura Università di Padova, Piercarlo Romagnoni Direttore dipartimento di progettazione e pianificazione in ambienti complessi IUAV, Patrizia Messina Direttore del Centro di Studi Regionali “Giorgio Lago”, Mauro
Annunziato, Divisione Smart Energy, C.R. ENEA Casaccia, Fabrizio Dughiero Prorettore al trasferimento tecnologico e ai rapporti con le imprese Università degli studi di Padova, Carlo Pasqualetto, Co-Founder Azzurro Digitale, Licensee TedxPadova

Con il Patrocinio della Regione Veneto, del Comune di Padova, dell’Università di Padova , di ENEA e dell’Ordine degli Architetti di Padova.

 
L’ingresso è libero ma è richiesta la registrazione da inviare a Giulia Alessi segreteria@inarchtriveneto.it 

Verona in cantiere: inaugurata la mostra dell’Ordine di Verona (dal 3/05 al 30/06)

Oppi LocandinaA3FILEminimizer

L’Ordine degli Ingegneri di Verona ha inaugurato, sabato 13 maggio, l’esposizione fotografica dal titolo «Verona in cantiere», con gli scatti fotografici dello Studio Oppi. In mostra un ricco patrimonio di immagini inedite che raccontano la trasformazione urbana di Verona negli anni tra le due guerre. Allestita negli spazi del Magazzino 1 – sede dell’Ordine – Via Santa Teresa 12 – con Ingresso libero (orario: lunedi-venerdì ore 9 – 18), l’iniziativa è promossa e realizzata in collaborazione con il Comitato Rionale Filippini – destinatario del lascito fotografico dello Studio Oppi -, con l’associazione Agile e grazie al sostegno di AmiaVerona.
L’esposizione, curata dagli ingegneri Angelo Bertolazzi e Ilaria Segala con la collaborazione dell’architetto Michele De Mori (Associazione Agile), Silvana Xamo (Comitato Rionale Filippini) e Erika Bossum – presenta ventiquattro fotografie originali (delle 103 catalogate) raggruppate in cinque macrosezioni che mostrano i cantieri per la costruzione della Caserma Ettore Crippa, sede del IV Autocentro (1); i lavori per il Palazzo dell’INA a Porta Nuova (2); quelli alla Centrale idroelettrica Sorio Nuova (3); le Sistemazioni stradali in via Sant’Alessio, Regaste Redentore e Interrato dell’Acqua Morta (4) e, a chiudere, l’ordinaria manutenzione ai sottoservizi e alle reti dei trasporti in Piazza Erbe e Centro Storico (5). Le immagini – cui nell’allestimento curato da Diego Martini e Giulia Lopez (Galleria Fuori le Mura) è dato volutamente massimo risalto – sono accompagnate da pannelli descrittivi che ne spiegano il contesto storico-sociale, l’impianto tecnico e la precisa datazione.
L’iniziativa, ad ingresso libero, è un appuntamento della rassegna culturale Open6. Ingegneri aperti alla città  sul tema INNOVISIONI. Idee e progetti del tutto nuoviINNOVISIONI. Idee e progetti del tutto nuovi

 
 
QUANDO
Dal 13 maggio al 30 giugno 2017
orario: lunedi-venerdì ore 9 – 18

DOVE
Via Santa Teresa 12, Verona

Al Galileo Festival si è parlato di “Industria 4.0 Rivoluzione Industriale e Professionale” con gli Ingegneri Veneti, 11/05/2017 Padova

18403173 1362648750468906 5391774828174826343 n

12-05-2017 – Si è svolto ieri pomeriggio a Padova in un’affollata Aula Nievo, presso il Palazzo del Bo, il convegno “Industria 4.0: rivoluzione industriale e professionale” organizzato da FOIV Federazione degli Ordini degli Ingegneri del Veneto, in collaborazione con l’Università di Padova e Confindustria Veneto, nella giornata di apertura del prestigioso Galileo Festival, manifestazione internazionale dedicata ai temi dell’innovazione.
“Per accompagnare le imprese nell’Industria 4.0 – ha esordito il presidente di FOIV Gian Pietro Napol – servono professionisti preparati, visto che la tecnologia corre a gran velocità e il rischio di non riuscire a mantenere il passo è concreto. Si tratta quindi di una sfida che dobbiamo assolutamente vincere, e per farlo c’è bisogno di fare squadra tra amministrazioni pubbliche, università, imprese e professionisti”.
“Mi rifiuto di ragionare sul futuro delle fabbriche utilizzando modelli di visione novecenteschi: queste tecnologie diventeranno compagne di strada: non c’è da avere nessuna paura” ha affermato Annalisa Magone, giornalista e presidente di Torino Nord Ovest, centro di ricerca che si occupa di imprese, lavoro e innovazione e autrice di “Industria 4.0. Uomini e macchine nella fabbrica digitale”.
Stefano Miotto, responsabile per le politiche Industriali, la Ricerca e l’Innovazione di Confindustria Veneto ha quindi aggiunto: “In un quadro di frammentazione generale, con tanti piccoli player, abbiamo l’esperienza di moltissime aziende che hanno inserito elementi di automazione e digitalizzazione tali da farle entrare nel mondo 4.0. Si tratta di prendere questi esempi e diffonderli”.
Un punto di vista accademico è stato offerto dal prof. Fabrizio Dughiero, prorettore al trasferimento tecnologico e ai rapporti con le imprese dell’Università di Padova: “Se alcune lauree triennali possono davvero formare in maniera professionalizzante (es. meccatronica), dall’altro è necessario creare percorsi alternativi in collaborazione con le aziende”.
Sull’aspetto della formazione è intervenuto anche l’ing. Andrea Falsirollo, vice presidente degli Ingegneri del Veneto con delega per il settore industriale: “I laureati in Ingegneria sono in media più preparati ad affrontare l’Industria 4.0: con la collaborazione professionista/azienda è possibile accogliere le nuove sfide del mercato. Vanno però evidenziate alcune criticità: in primis il numero insufficiente di professionisti e la conseguente difficoltà a trovare figure specializzate. Per questo motivo è nata una collaborazione con Confindustria per predisporre un elenco di tecnici specializzati da mettere a disposizione delle aziende associate. Questa mancanza di professionisti potrebbe essere colmata anche attraverso un’iniziativa di sostegno economico da parte del Governo, in modo da valorizzare non solo l’ammodernamento tecnologico, ma anche l’introduzione di figure come l’ingegnere che supporti l’azienda in una vera riconversione in ottica 4.0”.
“Mi piace parlare di Impresa 4.0 più che di Industria 4.0 – ha affermato Renato Mason, segretario della CGIA di Mestre –. Bisogna cambiare anche la società: per questo ritengo si dovrebbe parlare di società4.0 e certamente anche scuola4.0. A questo proposito lancio una provocazione: perché non prendiamo insegnanti dal mondo dell’industria?”.
“Da 70 anni Confartigianato sta raccogliendo le esigenze delle imprese per fare un’operazione di problem solving – ha affermato Paolo Giacon di Confartigianato Veneto –. Di sicuro è necessaria una “evangelizzazione tecnologica” e un cambiamento del modello di business. Inoltre, le imprese hanno bisogno di competenze avanzate, che il mondo degli ingegneri e dell’università sono in grado di offrire”.
“Noi siamo dalla parte delle persone che vogliono realizzare una propria azienda di prodotto, qualcosa di fisico e tangibile – ha detto Jari Ognibeni, fondatore di Industrio, primo acceleratore di startup per hardware –. Le aiutiamo a lanciare la propria azienda e portare sul mercato un prodotto che possa far cambiare l’industria, alla quale vogliamo contribuire anche attraverso l’Industria 4.0”.
“L’Industria 4.0 è una grande occasione, sia da un punto di vista fiscale, sia strategico – ha concluso il sottosegretario all’Economia e Finanze Pier Paolo Baretta collegato via Skype –. Dal punto di vista fiscale, va ricordato che il superammortamento non si sostituisce ma si somma a tutti gli altri benefici fiscali già in essere”.

 

Video

{loadposition Gallery-Convegno-Industria40}

11/05/2017 “Industria 4.0: rivoluzione industriale e professionale”, Palazzo del Bo Padova

Header Galileo5 con supporter 700x300

La Federazione degli Ordini degli Ingegneri del Veneto, organizza il convegno “Industria 4.0: rivoluzione industriale e professionale” che si svolgerà l’11 maggio 2017, dalle ore 15.00 alle ore 16.15 a Padova presso il Palazzo del Bo – via VIII Febbraio, 2 – e sarà inserito nel programma della giornata di apertura del prestigioso Galileo Festival, manifestazione internazionale dedicata ai temi dell’innovazione promossa da Venezie Post, Comune di Padova ed Università di Padova. 
Obbiettivo del dibattito è fare il punto sul Piano nazionale Industria 4.0, valutarne lo stato di avanzamento nelle imprese, analizzare le ricadute sull’economia e la società del Veneto. 
Interverranno il sottosegretario all’Economia e alle Finanze Pier Paolo Baretta, Roberto Boschetto  Vice Presidente Vicario di Confartigianato Imprese Veneto, Fabrizio Dughiero, prorettore al trasferimento tecnologico e ai rapporti con le imprese dell’Università di Padova, Annalisa Magone, giornalista e presidente di Torino Nord Ovest, centro di ricerca che si occupa di imprese, lavoro e innovazione e autrice di “Industria 4.0. Uomini e macchine nella fabbrica digitale”, Renato Mason, Segretario CGIA Mestre, Stefano Miotto Responsabile per le politiche Industriali, la Ricerca e l’Innovazione di Confindustria Veneto, Jari Ognibeni fondatore di Industrio, primo acceleratore di startup per hardware. Coordina Micaela Faggiani giornalista e corrispondente per La7.
CREDITI FORMATIVI PROFESSIONALI
Saranno riconosciuti 3 CFP per gli Ingegneri che parteciperanno a tutti i seguenti eventi del Galileo Festival in programma dalle 15:00 alle 19:15. Precisiamo che ciascun evento avrà una propria allocazione e sarà necessaria l’iscrizione a ciascuno dei dibattiti.
“Industria 4.0: rivoluzione industriale e professionale” – Ore 15:00 – 16:15, Aula Nievo
“La sindrome di Eustachio. Storia italiana delle scoperte dimenticate” – Ore 16:30 – 17:45, Aula Magna
“Intervista con il robot”-  Ore 18:00 – 19:15, Aula Magna
COME PARTECIPARE
Tutti gli eventi sono a ingresso libero. I posti in sala sono limitati: per avere garanzia di accesso, è necessario registrarsi all’evento su www.galileofestival.it  
Per procedere alla registrazione, scegliete l’appuntamento di vostro interesse all’interno della sezione “Programma” e seguite le indicazioni. Ricordiamo che per il riconoscimento dei 3 CFP sarà necessario partecipare, e dunque iscriversi, ai 3 eventi sopra riportati nella sezione Crediti Formativi Professionali.
Presentarsi in sala almeno 10 minuti prima del primo evento in programma, per permettere la registrazione ai fini del riconoscimento dei CFP.

QUANDO
11 maggio 2017 dalle ore 15:00

DOVE
Padova, Palazzo del Bo – via VIII Febbraio, 2

Ricordiamo che gli eventi che sono stati accreditati, come riportato sopra nella sezione Crediti Formativi Professionali , si terranno in sale diverse:
Aula Nievo “Industria 4.0: rivoluzione industriale e professionale” – Ore 15:00 – 16:15
Aula Magna “La sindrome di Eustachio. Storia italiana delle scoperte dimenticate” – Ore 16:30 – 17:45
Aula Magna “Intervista con il robot”- Ore 18:00 – 19:15

FOIV al Galileo Festival, 11-13 maggio 2017 Padova

2017-05-02-at-16-59-09.jpeg

3 maggio 2017 –  E’ stata presentata ieri al Palazzo del Bo la prestigiosa manifestazione internazionale Galileo Festival che vedrà impegnata Padova sui temi dell’innovazione in una full immersion dall’11 al 13 maggio. Ed è proprio nella giornata di apertura, l’11 maggio 2017, che la Federazione degli Ordini degli Ingegneri del Veneto, organizza il convegno “Industria 4.0: rivoluzione industriale e professionale” presso l’aula Nievo del Palazzo del Bo – via VIII Febbraio, 2

“Senza il contributo degli ingegneri non possono esserci innovazione e sviluppo – dichiara il presidente della FOIV ing. Gian Pietro Napol –. Per questo la nostra Federazione si è ritagliata uno spazio nel pomeriggio di giovedì 11 maggio, dove trattare il tema dell’industria 4.0 con gli stakeholder del settore”.
“L’obiettivo del convegno – spiega il vicepresidente della FOIV e referente dei Gruppi di Lavoro per il settore industriale ing. Andrea Falsirolloè fare il punto sul Piano nazionale Industria 4.0, valutarne lo stato di avanzamento nelle imprese, analizzare le ricadute sull’economia e la società del Veneto e, non da ultimo, quali figure professionali rimarranno e quali figure professionali ne scaturiranno dalla nuova rivoluzione industriale”.
A questo proposito interverranno il sottosegretario all’Economia e alle Finanze Pier Paolo Baretta; Annalisa Magone, giornalista e presidente di Torino Nord Ovest, centro di ricerca che si occupa di imprese, lavoro e innovazione e autrice di “Industria 4.0. Uomini e macchine nella fabbrica digitale”; Stefano Miotto, responsabile per le politiche Industriali, la Ricerca e l’Innovazione di Confindustria Veneto; Fabrizio Dughiero, prorettore al trasferimento tecnologico e ai rapporti con le imprese dell’Università di Padova;  Andrea Falsirollo, vice presidente degli Ingegneri del Veneto per il settore industriale; Renato Mason, segretario della CGIA di Mestre; Roberto Boschetto, vice presidente vicario di Confartigianato Imprese Veneto; Jari Ognibeni, fondatore di Industrio, primo acceleratore di startup per hardware.

Per ulteriori informazioni e modalità di iscrizione clicca qui 
 

{loadposition Conferenza-Stampa-Galileo-festival-ed.2017}


INARCH TRIVENETO · PADOVA (PD), ITALIA · SCADENZA 28/04/2017

Atena Spa, ente accreditato alla formazione continua in Regione Veneto, e Inarch Triveneto, sede regionale dell’Istituto Nazionale di Architettura, promuovono un percorso di internazionalizzazione a valere sulla DGR n. 1284 del 09/08/2016:
cod. 4136-1-1284-2016 “Il Made in Italy delle professioni tecniche: rendere internazionali i servizi nel campo dell’architettura e dell’ingegneria”

Obiettivo del Progetto: Il bando regionale DGR1284/2016 ha come obiettivo primario la promozione dei processi di internazionalizzazione delle imprese venete, per dare nuovo impulso all’economia. Il presente progetto, nello specifico, si rivolge agli studi di progettazione architettonica, strutturale e impiantistica, liberi professionisti e aziende che lavorano nel settore. Tramite le diverse attività previste (formazione, consulenza, workshop, visite di studio, corsi di lingua) ci proponiamo di fornire ai partecipanti competenze e strumenti per intraprendere e sviluppare strategie di mercato estero, sia a livello individuale che in collaborazione con realtà straniere. Sempre più il progetto architettonico “made in Italy” è visto come un’eccellenza all’estero; saper approfittare di questo momento favorevole per allargare il proprio mercato, internazionalizzando le proprie attività può essere il punto di svolta per le realtà che decideranno di aderire al presente progetto.

Scarica

27.04.2017 Ciclo di seminari su messa in sicurezza antisismica e riqualificazione energetica degli edifici – 3° appuntamento – Marghera (2)

27 04 2017 quarto seminario ANCE Veneto


Mercoledì 27 aprile si terrà il quarto appuntamento del ciclo di seminari dedicati alla messa in sicurezza antisismica e di riqualificazione energetica degli edifici, promosso da Ance Veneto, in collaborazione con il Dipartimento di Ingegneria Civile Edile ed Ambientale dell’Università di Padova, ISI – Ingegneria Sismica Italiana e la Federazione degli Ordini degli Ingegneri del Veneto.

QUANDO Mercoledì 27 aprile 2017 – ore 14.15 
DOVE  c/o l’auditorium della Cittadella dell’Edilizia (Via Banchina dell’Azoto, 15 – Marghera-Venezia)

PROGRAMMA
ore 14.15 Registrazione partecipanti
ore 14.30 Introduzione lavori
ore 14.45 Ing. Andrea Barocci – Studio Ingegneria delle Strutture – Consigliere ISI
La certificazione sismica degli edifici civili
ore 15.30 Ing. Fabio Loriggiola – Ing. Valentina Pertile – Ecosism Srl
L’evoluzione del sistema costruttivo Ecosism: il cappotto sismico
ore 16.00 Ing. Stefano Sacrato – TRI Tecnologia Ricerca Italiana Srl
Il consolidamento sismico degli edifici civili e storici in muratura. Nuovi intonaci nanocompositi ad alte prestazioni
ore 16.30 Arch. Mauro Cazzaro – Cazzaro Costruzioni Srl
Caso studio: il restauro di Ca’ Sant’Orsola a Treviso
ore 16.50 Prof. Ing. Roberto Scotta – Dipartimento ICEA Università di Padova – Componente Comitato Scientifico ISI
Caso studio: retrofitting di un edificio scolastico
ore 17.15 Fine lavori

05.04.2017 Ciclo di seminari su messa in sicurezza antisismica e riqualificazione energetica degli edifici – 3° appuntamento – Marghera

ANCE retrofitting


Mercoledì 5 aprile si terrà il terzo appuntamento del ciclo di seminari dedicati alla messa in sicurezza antisismica e di riqualificazione energetica degli edifici, promosso da Ance Veneto, in collaborazione con il Dipartimento di Ingegneria Civile Edile ed Ambientale dell’Università di Padova, ISI – Ingegneria Sismica Italiana e la Federazione degli Ordini degli Ingegneri del Veneto.
Il focus del convegno riguarderà le modalità innovative di intervento di riqualificazione sismica degli edifici industriali e commerciali.

QUANDO Mercoledì 5 aprile 2017 – ore 14.15 c/o l’auditorium della Cittadella dell’Edilizia (Via Banchina dell’Azoto, 15 – Marghera-Venezia)

DOVE  c/o l’auditorium della Cittadella dell’Edilizia (Via Banchina dell’Azoto, 15 – Marghera-Venezia)

PROGRAMMA
ore 14.15 Registrazione partecipanti
ore 14.30 Saluti e introduzione lavori
ore 14.45 Prof. Ing. Paolo Riva – Preside Facoltà di Ingegneria – Università degli Studi di Bergamo – Componente Comitato Scientifico ISI
L’adeguamento sismico degli edifici industriali
ore 15.40 Dott. Emanuele Trazzi – Edilmatic Srl
Dispositivi per l’adeguamento sismico di edifici industriali prefabbricati
ore 16.10 Ing. Gianfranco Gramola – Studio Gramola
Un nuovo dispositivo dissipativo per l’edilizia prefabbricata industriale
ore 16.40 Ing. Sandro Giordani –ASPIAG
Ing. Gianni Rossato
La riqualificazione del Centro Commerciale “Le Brentelle” di Padova
ore 17.20 Fine lavori