Categoria: Corsi e Convegni

Al Galileo Festival si è parlato di “Industria 4.0 Rivoluzione Industriale e Professionale” con gli Ingegneri Veneti, 11/05/2017 Padova

18403173 1362648750468906 5391774828174826343 n

12-05-2017 – Si è svolto ieri pomeriggio a Padova in un’affollata Aula Nievo, presso il Palazzo del Bo, il convegno “Industria 4.0: rivoluzione industriale e professionale” organizzato da FOIV Federazione degli Ordini degli Ingegneri del Veneto, in collaborazione con l’Università di Padova e Confindustria Veneto, nella giornata di apertura del prestigioso Galileo Festival, manifestazione internazionale dedicata ai temi dell’innovazione.
“Per accompagnare le imprese nell’Industria 4.0 – ha esordito il presidente di FOIV Gian Pietro Napol – servono professionisti preparati, visto che la tecnologia corre a gran velocità e il rischio di non riuscire a mantenere il passo è concreto. Si tratta quindi di una sfida che dobbiamo assolutamente vincere, e per farlo c’è bisogno di fare squadra tra amministrazioni pubbliche, università, imprese e professionisti”.
“Mi rifiuto di ragionare sul futuro delle fabbriche utilizzando modelli di visione novecenteschi: queste tecnologie diventeranno compagne di strada: non c’è da avere nessuna paura” ha affermato Annalisa Magone, giornalista e presidente di Torino Nord Ovest, centro di ricerca che si occupa di imprese, lavoro e innovazione e autrice di “Industria 4.0. Uomini e macchine nella fabbrica digitale”.
Stefano Miotto, responsabile per le politiche Industriali, la Ricerca e l’Innovazione di Confindustria Veneto ha quindi aggiunto: “In un quadro di frammentazione generale, con tanti piccoli player, abbiamo l’esperienza di moltissime aziende che hanno inserito elementi di automazione e digitalizzazione tali da farle entrare nel mondo 4.0. Si tratta di prendere questi esempi e diffonderli”.
Un punto di vista accademico è stato offerto dal prof. Fabrizio Dughiero, prorettore al trasferimento tecnologico e ai rapporti con le imprese dell’Università di Padova: “Se alcune lauree triennali possono davvero formare in maniera professionalizzante (es. meccatronica), dall’altro è necessario creare percorsi alternativi in collaborazione con le aziende”.
Sull’aspetto della formazione è intervenuto anche l’ing. Andrea Falsirollo, vice presidente degli Ingegneri del Veneto con delega per il settore industriale: “I laureati in Ingegneria sono in media più preparati ad affrontare l’Industria 4.0: con la collaborazione professionista/azienda è possibile accogliere le nuove sfide del mercato. Vanno però evidenziate alcune criticità: in primis il numero insufficiente di professionisti e la conseguente difficoltà a trovare figure specializzate. Per questo motivo è nata una collaborazione con Confindustria per predisporre un elenco di tecnici specializzati da mettere a disposizione delle aziende associate. Questa mancanza di professionisti potrebbe essere colmata anche attraverso un’iniziativa di sostegno economico da parte del Governo, in modo da valorizzare non solo l’ammodernamento tecnologico, ma anche l’introduzione di figure come l’ingegnere che supporti l’azienda in una vera riconversione in ottica 4.0”.
“Mi piace parlare di Impresa 4.0 più che di Industria 4.0 – ha affermato Renato Mason, segretario della CGIA di Mestre –. Bisogna cambiare anche la società: per questo ritengo si dovrebbe parlare di società4.0 e certamente anche scuola4.0. A questo proposito lancio una provocazione: perché non prendiamo insegnanti dal mondo dell’industria?”.
“Da 70 anni Confartigianato sta raccogliendo le esigenze delle imprese per fare un’operazione di problem solving – ha affermato Paolo Giacon di Confartigianato Veneto –. Di sicuro è necessaria una “evangelizzazione tecnologica” e un cambiamento del modello di business. Inoltre, le imprese hanno bisogno di competenze avanzate, che il mondo degli ingegneri e dell’università sono in grado di offrire”.
“Noi siamo dalla parte delle persone che vogliono realizzare una propria azienda di prodotto, qualcosa di fisico e tangibile – ha detto Jari Ognibeni, fondatore di Industrio, primo acceleratore di startup per hardware –. Le aiutiamo a lanciare la propria azienda e portare sul mercato un prodotto che possa far cambiare l’industria, alla quale vogliamo contribuire anche attraverso l’Industria 4.0”.
“L’Industria 4.0 è una grande occasione, sia da un punto di vista fiscale, sia strategico – ha concluso il sottosegretario all’Economia e Finanze Pier Paolo Baretta collegato via Skype –. Dal punto di vista fiscale, va ricordato che il superammortamento non si sostituisce ma si somma a tutti gli altri benefici fiscali già in essere”.

 

Video

{loadposition Gallery-Convegno-Industria40}

11/05/2017 “Industria 4.0: rivoluzione industriale e professionale”, Palazzo del Bo Padova

Header Galileo5 con supporter 700x300

La Federazione degli Ordini degli Ingegneri del Veneto, organizza il convegno “Industria 4.0: rivoluzione industriale e professionale” che si svolgerà l’11 maggio 2017, dalle ore 15.00 alle ore 16.15 a Padova presso il Palazzo del Bo – via VIII Febbraio, 2 – e sarà inserito nel programma della giornata di apertura del prestigioso Galileo Festival, manifestazione internazionale dedicata ai temi dell’innovazione promossa da Venezie Post, Comune di Padova ed Università di Padova. 
Obbiettivo del dibattito è fare il punto sul Piano nazionale Industria 4.0, valutarne lo stato di avanzamento nelle imprese, analizzare le ricadute sull’economia e la società del Veneto. 
Interverranno il sottosegretario all’Economia e alle Finanze Pier Paolo Baretta, Roberto Boschetto  Vice Presidente Vicario di Confartigianato Imprese Veneto, Fabrizio Dughiero, prorettore al trasferimento tecnologico e ai rapporti con le imprese dell’Università di Padova, Annalisa Magone, giornalista e presidente di Torino Nord Ovest, centro di ricerca che si occupa di imprese, lavoro e innovazione e autrice di “Industria 4.0. Uomini e macchine nella fabbrica digitale”, Renato Mason, Segretario CGIA Mestre, Stefano Miotto Responsabile per le politiche Industriali, la Ricerca e l’Innovazione di Confindustria Veneto, Jari Ognibeni fondatore di Industrio, primo acceleratore di startup per hardware. Coordina Micaela Faggiani giornalista e corrispondente per La7.
CREDITI FORMATIVI PROFESSIONALI
Saranno riconosciuti 3 CFP per gli Ingegneri che parteciperanno a tutti i seguenti eventi del Galileo Festival in programma dalle 15:00 alle 19:15. Precisiamo che ciascun evento avrà una propria allocazione e sarà necessaria l’iscrizione a ciascuno dei dibattiti.
“Industria 4.0: rivoluzione industriale e professionale” – Ore 15:00 – 16:15, Aula Nievo
“La sindrome di Eustachio. Storia italiana delle scoperte dimenticate” – Ore 16:30 – 17:45, Aula Magna
“Intervista con il robot”-  Ore 18:00 – 19:15, Aula Magna
COME PARTECIPARE
Tutti gli eventi sono a ingresso libero. I posti in sala sono limitati: per avere garanzia di accesso, è necessario registrarsi all’evento su www.galileofestival.it  
Per procedere alla registrazione, scegliete l’appuntamento di vostro interesse all’interno della sezione “Programma” e seguite le indicazioni. Ricordiamo che per il riconoscimento dei 3 CFP sarà necessario partecipare, e dunque iscriversi, ai 3 eventi sopra riportati nella sezione Crediti Formativi Professionali.
Presentarsi in sala almeno 10 minuti prima del primo evento in programma, per permettere la registrazione ai fini del riconoscimento dei CFP.

QUANDO
11 maggio 2017 dalle ore 15:00

DOVE
Padova, Palazzo del Bo – via VIII Febbraio, 2

Ricordiamo che gli eventi che sono stati accreditati, come riportato sopra nella sezione Crediti Formativi Professionali , si terranno in sale diverse:
Aula Nievo “Industria 4.0: rivoluzione industriale e professionale” – Ore 15:00 – 16:15
Aula Magna “La sindrome di Eustachio. Storia italiana delle scoperte dimenticate” – Ore 16:30 – 17:45
Aula Magna “Intervista con il robot”- Ore 18:00 – 19:15

FOIV al Galileo Festival, 11-13 maggio 2017 Padova

2017-05-02-at-16-59-09.jpeg

3 maggio 2017 –  E’ stata presentata ieri al Palazzo del Bo la prestigiosa manifestazione internazionale Galileo Festival che vedrà impegnata Padova sui temi dell’innovazione in una full immersion dall’11 al 13 maggio. Ed è proprio nella giornata di apertura, l’11 maggio 2017, che la Federazione degli Ordini degli Ingegneri del Veneto, organizza il convegno “Industria 4.0: rivoluzione industriale e professionale” presso l’aula Nievo del Palazzo del Bo – via VIII Febbraio, 2

“Senza il contributo degli ingegneri non possono esserci innovazione e sviluppo – dichiara il presidente della FOIV ing. Gian Pietro Napol –. Per questo la nostra Federazione si è ritagliata uno spazio nel pomeriggio di giovedì 11 maggio, dove trattare il tema dell’industria 4.0 con gli stakeholder del settore”.
“L’obiettivo del convegno – spiega il vicepresidente della FOIV e referente dei Gruppi di Lavoro per il settore industriale ing. Andrea Falsirolloè fare il punto sul Piano nazionale Industria 4.0, valutarne lo stato di avanzamento nelle imprese, analizzare le ricadute sull’economia e la società del Veneto e, non da ultimo, quali figure professionali rimarranno e quali figure professionali ne scaturiranno dalla nuova rivoluzione industriale”.
A questo proposito interverranno il sottosegretario all’Economia e alle Finanze Pier Paolo Baretta; Annalisa Magone, giornalista e presidente di Torino Nord Ovest, centro di ricerca che si occupa di imprese, lavoro e innovazione e autrice di “Industria 4.0. Uomini e macchine nella fabbrica digitale”; Stefano Miotto, responsabile per le politiche Industriali, la Ricerca e l’Innovazione di Confindustria Veneto; Fabrizio Dughiero, prorettore al trasferimento tecnologico e ai rapporti con le imprese dell’Università di Padova;  Andrea Falsirollo, vice presidente degli Ingegneri del Veneto per il settore industriale; Renato Mason, segretario della CGIA di Mestre; Roberto Boschetto, vice presidente vicario di Confartigianato Imprese Veneto; Jari Ognibeni, fondatore di Industrio, primo acceleratore di startup per hardware.

Per ulteriori informazioni e modalità di iscrizione clicca qui 
 

{loadposition Conferenza-Stampa-Galileo-festival-ed.2017}


AL VIA i Seminari sul NUOVO CODICE dei CONTRATTI PUBBLICI: LE LINEE GUIDA DELL’ANAC SUI SERVIZI DI INGEGNERIA

Codice Appalti2016Sono aperte le iscrizioni ai seminari che FOIV ha organizzato in materia di appalti pubblici per fornire un’adeguata e concreta informazione su quanto recentemente approvato con l’introduzione del nuovo Codice dei Contratti pubblici (Dlgs n°50 del 18 aprile 2016). 
I seminari sono rivolti ai liberi professionisti o dipendenti – sia di PA sia di società private – ed avranno luogo da novembre 2016 a gennaio 2017 con  l’obiettivo non solo di aggiornare sui cambiamenti normativi e legislativi del nuovo Codice dei Contratti pubblici, ma anche di sviluppare strategie e saperi di cui quotidianamente gli ingegneri sono protagonisti. 
In ogni incontro si approfondirà un tema specifico – dagli incarichi sopra o sotto soglia, al ruolo del RUP, ai servizi di ingegneria, al tema del Direttore dei lavori e del Direttore esecutivo etc.  – prevedendo la presenza di relatori esperti in materie ingegneristiche e giuridiche e rappresentanti della Regione Veneto. 


CFP
La partecipazione ad ogni seminario darà diritto al riconoscimento di 3 CFP. 

ISCRIZIONE
Le iscrizioni sono specifiche per ciascuna tappa e da effettuarsi on-line tramite il link indicato sulle locandine di ciascuna provincia.


Obiettivi

– Esaminare le innovazioni contenute nel nuovo codice relativamente all’affidamento degli incarichi di servizi di ingegneria, con particolare riferimento alle linee guida ANAC approfondite in ciascuna tappa.
– Fornire analisi e chiarimenti durante il dibattito finale.
– Raccogliere suggerimenti e indicazioni da fornire in ambito istituzionale tramite il CNI.

A chi è rivolto
– Ingegneri liberi professionisti che partecipano agli affidamenti dei servizi di ingegneria.
– Ingegneri dipendenti sia della P.A. sia delle società private che gestiscono le procedure di affidamento.

Calendario seminari

  • Verona, martedì 8 novembre 2016 – Seminario di apertura sui Servizi di Ingegneria, con riferimento alle relative Linea guida dell’ANAC. Sarà rivolto agli ingegneri delle province di Verona, Vicenza, Rovigo e Padova.
  • Vicenza, giovedì 17 novembre 2016 – L’incontro si concentrerà sul tema delle gare per l’affidamento degli incarichi, sia sopra-soglia sia sotto-soglia, sul sistema dell’offerta economicamente più vantaggiosa, la formazione delle commissioni, anche in questo caso con particolare riferimento alle rispettive linee guida dell’ANAC. Sarà rivolto agli ingegneri delle province di Verona, Vicenza, Rovigo e Padova.
  • Treviso, giovedì 24 novembre 2016 – ripeterà il tema già svolto a Verona relativo servizi di ingegneria, e sarà rivolto agli ingegneri delle province di Venezia, Treviso e Belluno.
  • Belluno, giovedì 1 dicembre 2016 – ripeterà il tema già svolto a Vicenza, relativo alle gare per l’affidamento degli incarichi dei servizi di ingegneria e sarà rivolto agli ingegneri delle province di Venezia, Treviso e Belluno.
  • Venezia, mercoledì 21 dicembre 2016 – svilupperà prevalentemente il tema del RUP, responsabile unico del procedimento, con particolare riferimento alla rispettiva linea guida dell’ANAC. Il seminario è rivolto a tutti gli ingegneri del Veneto; al suo termine si svolgerà l’Assemblea degli iscritti all’Ordine degli Ingegneri della Provincia di Venezia.
  • Padova, mercoledì 18 gennaio 2017 svilupperà prevalentemente il tema del Direttore dei lavori e del Direttore dell’esecuzione, con particolare riferimento alle rispettive linee guida dell’ANAC. Il seminario è rivolto a tutti gli ingegneri del Veneto.
  • Rovigo, giovedì 9 febbraio 2017
    Seminario riepilogativo dei punti salienti delle precedenti tappe, con particolare rilievo alle criticità riscontrate dagli ingegneri nelle gare di appalto di servizi.


Per informazioni

Federazione Ordini Ingegneri Veneto
tel. 041.5093400
e-mail: segreteria@foiv.it

Scarica

Seminario 4/11/2016 “1966-2016: la previsione delle piene, il rischio idraulico e le opere di difesa a 50 anni dall’Alluvione” Padova

La ricorrenza delle alluvioni del 4 novembre 1966 offre un’occasione di memoria e di progettualità per il futuro. La comunità degli ingegneri idraulici italiani ha proposto da tempo che il 4 novembre sia istituita la “Giornata della memoria per le vittime delle alluvioni”. In questa prospettiva il Comitato Firenze 2016, il Consorzio Interuniversitario per l’Idrologia (CINID) e il Gruppo Italiano di Idraulica (GII) propongono un seminario diffuso nella giornata del 4 novembre 2016, ossia una serie di seminari e tavole rotonde coordinati, organizzati in contemporanea in diverse sedi universitarie e di enti di ricerca su tutto il territorio nazionale.

In questo seminario di Padova l’attenzione è posta sull’analisi di quanto si è verificato 50 anni fa nei territori del triveneto, considerando l’eccezionalità degli eventi, la risposta delle opere di difesa esistenti e le azioni intraprese a salvaguardia delle popolazioni e del territorio, allo scopo di individuare problematiche ed elementi critici ancora attuali e trarne indicazioni per il futuro.
L’evento è curato dai proff. Gianluca Botter e Paolo Salandin dell’Università degli Studi di Padova, e patrocinato dal Centro Internazionale di Idrologia “Dino Tonini” e al Dipartimento di Ingegneria Civile Edile ed Ambientale.

Programma

9.00-9.30   Apertura dei lavori (partecipano il Direttore del Dipartimento e  il Presidente del GII) 

9.30-10.00   Collegamento streaming con Firenze (interventi Comitato Firenze 2016, Italiasicura, Dip. di Prot. Civ., Consiglio Nazionale degli Ingegneri
10.00-10.30 Coffee Break
10.30-11.00  Prof.Luigi Da Deppo “L’evento del 1966 nelle Tre Venezie: riflessioni dopo 50 anni”neri
11.00-11.30  Prof. Marco Marani Nuove metodologie per la quantificazione di eventi meteomarini estremi: implicazioni per gli eventi del novembre 1966
11.30-12.00  Prof. Luigi D’Alpaos Riusciremo a difenderci dalla prossima alluvione?
12.00-12.50  La probabilità degli eventi, il territorio e le opere di difesa ieri e oggi: discussione del pubblico con i relatori
12.50-13.00 Conclusione dei lavori 

Data: 4 novembre 2016 alle 09:00 (4:00 ore) 

Sede presso Aula Magna della Facoltà di Ingegneria Via Loredan 20, 35131 PADOVA
Quota partecipazione: gratuito
CFP: 3
Per iscrizionihttp://fip.kademy.it/course/58087edc33b7fd4de01f3c47

La montagna, l’acqua e l’uomo 15 ottobre 2016 ore 9:30 Belluno

Montagna acqua uomo15 10 2016Bl
Nell’ambito della rassegna culturale “Oltre le vette” http://www.oltrelevette.it/ l’Ordine degli Ingegneri di Belluno organizza un convegno che rievoca, con studi, ricerche e fatti, i terribili giorni dell’alluvione del 1966 che colpì duramente anche il territorio bellunese. 
Con il patrocinio del Comune di Belluno, Fondazione Angelini, FOIV , Ordine ingegneri Belluno, Istituto Veneto di Scienze Lettere ed Arti.

Programma del convegno
Coordina: Ester Cason Angelini (consigliere delegato Fondazione G. Angelini)
9.30 Saluti
Jacopo Massaro, sindaco di Belluno, presidente Fondazione G. Angelini
Daniela Larese Filon, presidente della provincia di Belluno
Ermanno Gaspari, presidente Ordine Ingegneri della provincia di Belluno
9.45 Interventi
L’importanza della ricerca scientifica e della formazione culturale a presidio dell’ambiente montano
Giancarlo Dalla Fontana, prorettore vicario dell’Università di Padova, presidente del Consiglio Scientifico della Fondazione G. Angelini
Come l’acqua plasma il paesaggio: il contributo della geomorfologia per la conoscenza del territorio
Giovanni Battista Pellegrini, ordinario di Geomorfologia all’Università di Padova (f.r.), Consiglio Scientifico Fondazione G. Angelini
Qualche riflessione sui problemi irrisolti della difesa idraulica in montagna
Luigi D’Alpaos, ordinario di Idraulica all’Università di Padova (em.to), Consiglio Scientifico Fondazione G. Angelini
Come remunerare i gestori del territorio montano per i servizi idrici offerti
Davide Pettenella, docente di economia e politica forestale all’Università di Padova, Consiglio Scientifico Fondazione G. Angelini
TAVOLA ROTONDA SUL TEMA
Il rischio idraulico nel Veneto anche alla luce del volume “Un giorno, ospite inatteso, arrivò l’alluvione. Ricordi di un ingegnere su una battaglia perduta, 1966-2016”
Luigi D’Alpaos, Gian Pietro Napol, Luca Luchetta
12.50 Conclusioni

Sede: Teatro comunale,  Piazza dei Martiri (Bl)

Segreteria organizzativa:
Fondazione G. Angelini Centro Studi sulla Montagna
Piazza Mercato 26 – 32100 Belluno
Tel. 0437.948446 –
segreteria@angelini-fondazione.it


Scarica

Sicurezza idraulica del territorio – Giornata di studio 14-10-2016 PD

Sicurezza idraulicaPD 14 10 2016 1 Sicurezza idraulicaPD 14 10 2016 2
Venerdì 14 ottobre 2016 a Padova si terrà una giornata di studio dedicata al tema della “Sicurezza idraulica del territorio” per approfondire e favorire la discussione sui recenti aggiornamenti in tema di governance delle acque, sui provvedimenti di rilevanza maggiore assunti nelle Regioni Veneto e Friuli Venezia Giulia in tema di difesa idrogeologica e di gestione del rischio alluvioni, nonché sull’evoluzione delle conoscenze idrologiche ed idrauliche in ambito speculativo e di ricerca applicata che possono contribuire a limitare gli effetti potenzialmente devastanti dei più gravosi eventi atmosferici  

La giornata sarà aperta dal convegno “La sicurezza idraulica del territorio a 50 anni dall’alluvione del novembre 1966” previsto nella sede storica dell’Università degli Studi di Padova, e proseguirà con un seminario dal titolo “1966-2016, 50 anni dalla grande alluvione. L’impegno costante degli Ingegneri” presso la sede dell’Ordine degli Ingegneri. 

Sedi:
CONVEGNO SICUREZZA IDRAULICA c/o aula I. Nievo del Palazzo del Bo (Pd), Via 8 Febbraio, 2
SEMINARIO 1966-2016, 50 anni dalla grande alluvione. L’impegno costante degli Ingegneri,  c/o sede Ordine Ingegneri Padova, p.zza Salvemini 2


Scarica
valtrex tabletten online kaufen 5€

retina 9 7 tablet retina 9 7 tablet femara kosten femara kosten femara kosten propecia online kaufen legitimate propecia online kaufen legitimate . Lipitor kaufen valtrex tabletten online kaufen 5€ maxim pille bestellen um propranolol nolvadex online bestellen generika generika detrol medication zovirax tabletten kaufen nebenwirkungen amoxil online bestellen 30×40 .

hoden untersuchung

feinfleckiges exanthem kamagra pillen online kaufen in deutschland dosierung voltaren bei kindern metformin online schnelle lieferung kleidung zyban urine test phenergan 10mg lexapro erfahrung . Um aciclovir kaufen hoden untersuchung generisches vermox preis wellbutrin cipralex kombination blasenentzündung symptom aldara creme günstig kaufen tinidazole tabletten 5mg hydrochlorothiazid tabletten online kaufen legal .

flagyl gel

diclofenac 50 mg tabletten nebenwirkungen hämorrhoiden zäpfchen rezeptfrei valtrex glaxosmithkline erythromycin creme preis prednisolon pillen kaufen ampullen finpecia webmd wundermittel gegen pickel cytotec online bestellen vendita alli 84 ! Viagra ratiopharm kaufen flagyl gel um metformin pco abnehmen careprost tropfen tabletten wirkung effexor xr indications koreanischer ginseng kaufen weisheitszahn rauchen valsartan tabletten nebenwirkungen accutane kaufen ohne rezept stromectol quantité !

kaufen tretinoin 0 05 zoll

pfeiffersches drüsenfieber ursache vermox für hunde proscar 5 mg nebenwirkungen proscar 5 mg nebenwirkungen keppra saft nebenwirkungen strattera pillen kaufen online ampicillin online kaufen 5€ . Avana kaufen kaufen tretinoin 0 05 zoll acc 600 preisvergleich alli tabletten abgelaufen kamagra gold recenzia zovirax creme 10g preis billig avana 3131 strattera online bestellen 9×9 .

Disponibili gli atti del Seminario commemorativo degli eventi alluvionali in Polesine del 1951 e del 1966 – 27 maggio 2016, Taglio di Po (Ro)

Ritaglio Locandina alluvione34x485

Gli atti del seminario commemorativo degli eventi alluvionali in Polesine del 1951 e del 1966 (27.05.2016, Taglio di Po), organizzato dall’Ordine degli Ingegneri di Rovigo, sono disponibili a questo link 
http://www.ordineingegnerirovigo.it/Commemorazione_Alluvioni_Polesine_27-05-2016.zip

Nella ricorrenza del 65° e 50° anniversario dei disastrosi eventi alluvionali che colpirono il Polesine, l’Ordine ha organizzato un seminario per approfondire l’articolata tematica del rischio idrogeologico di questo territorio particolarmente fragile, attraverso contributi tecnico-scientifici di importanti personalità e figure professionali.

Queste le presentazioni dei relatori: 
ANTI – Effetti indotti da un innalzamento del livello idrico del fiume Adige, manenuto costante nel tempo – Direzione Sezione di Bacino IdrograficoAdige Po- Sezione Rovigo
ARMANINI – Strategie progettuali di interventi di sistemazione fluviale Professore Ordinario Università degli Studi di Trento 
BORTOLOTTO – La difesa dalle alluvioni del Po in Polesine, il ruolo dell’Agenzia Interregionale per il fiume Po – Dirigente Area Po Veneta, AIPo

D’ALPAOS – Problemi aperti della difesa dalle piene in Veneto – Professore Emerito Università degli Studi di Padova 
FRAGOLA – L’utilizzo della Galleria Adige – Garda durante la piena del 1966 Autorità di Bacino del fiume Adige 
GALIAZZO – Uno sguado dal mare, la difesa delle linee di costa – Direttore Unità Organizzativa Genio Civile di Padova
MANTOVANI – La difesa idraulica in Polesine Consorzio di Bonifica Delta del Po – Direttore Generale Consorzio di Bonifica Delta Po
MARIANI – Linee guida del CNI per “Italia Sicura” – Consigliere CNI, Coordinatore GdL Ingegneria Geotecnica CNI 
PUMA – Il Piano di Gestione delle Alluvioni nel Distretto Padano – Segretario Autorità di Bacino del fiume Po
TOSINI – Evoluzione idraulico territoriale e alluvioni in Polesine Direttore Fondazione Ca’ Vendramin
ZOPPELLARO – Le arginature dell’Adige a valle di Verona – GdL Ingegneria Geotecnica CNI, Consigliere Ordine Ingegneri Rovigo 

Segreteria organizzativa
Ordine degli Ingegneri di Rovigo
Via Leopoldo Baruchello, 45100 Rovigo RO
Tel. 0425 21159
segreteria@ordineingegnerirovigo.it

Responsabile organizzativo
ing. Riccardo Zoppellaro


Scarica

{loadposition Gallery-Seminario-Commemorativo-Alluvioni-in-Poles}

Treviso Forensic 2016, 28 – 30 settembre 2016 Museo Santa Caterina (TV)

Forensic2016Dal 28 al 30 settembre 2016 si terrà Treviso Forensic 2016, evento articolato in un seminario tecnico e in un corso di aggiornamento in Ingegneria Forense.
L’Ingegneria Forense rappresenta una nuova disciplina tecnica, non ancora pienamente riconosciuta in ambito nazionale, che mira ad applicare i metodi e le conoscenze scientifiche dell’ingegneria al processo di analisi di problemi tecnici nell’ambito dei procedimenti penali, civili ed amministrativi.
L’importanza dell’Ingegneria Forense, tuttavia, non consiste solamente nel fornire consulenza tecnica all’Autorità Giudiziaria o alle Parti (prestazione comunque oggigiorno predominante), ma anche nel fornire importanti indirizzi tecnico-giuridici alla normale attività del professionista (progettazione, direzione lavori, consulenza, etc.) atte a ridurre i possibili contenziosi.
L’evento vuole essere un momento di incontro tecnico sia per i professionisti che per la prima volta affrontano questa disciplina e sentono l’esigenza di apprendere alcune fondamentali nozioni di base, sia per i professionisti con esperienza nel settore che vogliano confrontarsi con le casistiche che saranno presentate nei settori dell’ingegneria civile e strutturale, ambientale, industriale e della sicurezza.
Saranno invitati come relatori personalità provenienti dal mondo dell’università, delle professioni tecniche e della professione giuridico-legale.

Sede:
museo Santa Caterina, Piazzetta M. Botter 1, 31100Treviso.

Per 
maggiori informazioni/iscrizioni/ programma:
http://trevisoforensic.it/

Per ulteriori dettagli o per ricevere assistenza si prega di contattare la Segreteria Organizzativa e la Segreteria Scientifica presso:
ORDINE INGEGNERI DELLA PROVINCIA DI TREVISO • Via Prato di Fiera 23, TV • tel. 0422 583665 • eventi.formazione@ingegneritreviso.it
EUROWASTE Srl • Via Beato Pellegrino 23, Padova • tel. 049 8726986 • info@trevisoforensic.it

Scarica

panotile cipro preis

levaquin jaundice levaquin jaundice levaquin jaundice levaquin jaundice billig viagra cialis billig viagra cialis toradol campus virtual neurontin medicamento neurontin medicamento . Alli ohne rezept in deutschland panotile cipro preis pde 5 hemmern potenzmittel keflex oral femara pillen vergessen zofran online bestellen 40×50 effexor xr nebenwirkungen indications cialis pillen online kaufen lilly kamagra gold preis qm diflucan 50 mg dosierung .

avodart bestellen belgie

was tun gegen hämorrhoiden schmerzen stirnhöhlenvereiterung symptome mcp tropfen preis cialis 3 monatspackung cialis 3 monatspackung cialis 3 monatspackung finpecia pillen kaufen Silagra tabletten kaufen 50 avodart bestellen belgie kaufen slimex tabletten clindamycin 150 tabletten nolvadex wo kaufen voveran dosierung viagra pillen te koop preis von xenical

kamagra effervescent dosierung

effexor xr nebenwirkungen withdrawal symptoms naproxen salbe kaufen strattera packungsgrößen aciclovir dauer der behandlung aciclovir dauer der behandlung cialis halbwertszeit phenergan online kaufen mg justieren kalibrieren justieren kalibrieren . Xenical online kaufen deutschland kamagra effervescent dosierung erektionsstörung medikamente um levitra online kaufen nikotin nasenspray kaufen allopurinol 300 heumann nebenwirkungen bmi ausrechenen zyloprim nebenwirkungen zyban tabletten 5mg phenergan mitnahmen .

zithromax campylobacter

um augmentin duo forte mirtazapin katze nebenwirkungen hautausschlag finger citalopram dosierung 10 mg ausreichend prednisolon tabletten kaufen 30 mg viagra tabletten online kaufen zoloft xr xenical anwendung ! Kamagra gold pillen online kaufen 10€ zithromax campylobacter fluoxetin neuraxpharm risperidon und nebenwirkungen tegretol generisches interface indocin tabletten online kaufen kanamycin pos augentropfen dosierung hypertonus definition erwachsenen akne !

12/07/2016 CONVEGNO Realizzazioni e problematiche esecutive di strutture in acciaio

images ombaIl Collegio dei tecnici dell’Acciaio e l’Ordine degli Ingegneri di Vicenza, con il patrocinio della Federazione Ordini Ingegneri Veneto organizza il 12 Luglio 2016 il workshop REALIZZAZIONI E PROBLEMATICHE ESECUTIVE DI STRUTTURE IN ACCIAIO.
Include la visita allo stabilimento produttivo di OMBA Impianti & Engineering spa a Torri di Quartesolo.

Data: 12/07/2016
Sede: Viest Hotel Via Uberto Scarpelli, n. 41 36100 – Vicenza
Modalità di iscrizioneclicca e accedi al portale www.isiformazione.it
Crediti formativi attribuiti (CFP): 6 (obbligo di presenza per tutta la durata dell’evento)
Per informazioni: Segreteria Ordine Ingegneri Vicenza
Tel. / Fax: 0444-322947
segreteria@ordine.ingegneri.vi.it

Scarica la locandina