Il CNI premia le migliori tesi di laurea delle ingegnere neolaureate

Pubblicato il bando del “Premio Tesi di Laurea”, parte del progetto del Consiglio Nazionale Ingegneri “Ingenio al femminile”

Il Consiglio Nazionale Ingegneri ha bandito un Premio di laurea in favore di neolaureate che abbiano prodotto, nel corso dell’anno accademico 2019-20, brillanti tesi di laurea in Ingegneria, su argomenti individuati anno per anno dallo stesso CNI. Il Premio ha lo scopo di valorizzazione la figura della donna in ambito tecnico ed intende premiare le migliori tesi scelte tra tutti i corsi di laurea previsti dall’ordinamento ingegneristico.

L’iniziativa mira a promuovere l’obiettivo n.5 della “Parità di Genere” dell’Agenda ONU 2030, valorizzando, incoraggiando e mettendo in evidenza la figura della donna in ambito tecnico. Al tempo stesso, ci si propone di offrire un supporto alle neolaureate per dare loro l’occasione di inserirsi nel mondo del lavoro con le stesse opportunità e le stessa retribuzione economica dei colleghi uomini. Il “Premo Tesi di Laurea” fa parte del progetto del Consiglio Nazionale Ingegneri «Ingenio al Femminile. Storie di donne che lasciano un segno», ideato dalla Consigliera del CNI Ania Lopez.

“Secondo gli ultimi dati disponibili – afferma Armando Zambrano, Presidente CNI – il recente incremento degli iscritti all’Albo degli ingegneri è in gran parte determinato dalla costante e robusta crescita delle donne ingegnere. Segno che la componente femminile sta diventando sempre più importante per il mondo dell’ingegneria. Il CNI ha sempre avuto grande attenzione per la componente femminile, come dimostra la storica iniziativa di “Ingenio al femminile”. Ci fa particolare piacere, quindi, lanciare ora il “Premio Tesi di Laurea”: è la prima volta che un Consiglio Nazionale promuove un bando per neolaureate”.

“Se col progetto “Ingenio al femminile” abbiamo voluto valorizzare il contributo delle donne al mondo dell’ingegneria – dice Ania Lopez, Consigliere CNI – col “Premio Tesi di Laurea” vogliamo occuparci di un altro segmento sociale, ossia le donne ingegnere del futuro. Per noi era importante arrivare anche a queste nuove generazioni, dal momento che oggi la società richiede l’integrazione delle donne nei processi innovativi e tecnologici su grande scala. Sono previsti due step di valutazione che saranno supportati dal Comitato Donne Ingegneri del CNI e che si avvarrà dell’attività di una commissione tecnico-scientifica composta da professori universitari, Ceo, top manager, con grande prevalenza della componente femminile”.

Al termine del processo di valutazione, saranno premiate le tre tesi di laurea che avranno ottenuto il punteggio più alto. Il premio consisterà in una somma in denaro una tantum di 1.000 euro per la prima classificata, 500 euro per la seconda classificata e 250 euro per la terza classificata. Alle vincitrici sarà richiesta una copia della tesi completa, al fine di inserirla nel patrimonio librario della Biblioteca del Consiglio Nazionale Ingegneri.  I migliori abstract delle tesi di laurea saranno pubblicati nella rivista del CNI in funzione del tema editoriale scelto di volta in volta dal comitato di redazione, previa richiesta del consenso all’interessata.

 

Tutte le informazioni sul bando sono reperibili all’indirizzo www.ingenioalfemminile.it

Qui il comunicato stampa scaricabile.