Categoria: Corsi e Convegni

Sicurezza idraulica del territorio – Giornata di studio 14-10-2016 PD

Sicurezza idraulicaPD 14 10 2016 1 Sicurezza idraulicaPD 14 10 2016 2
Venerdì 14 ottobre 2016 a Padova si terrà una giornata di studio dedicata al tema della “Sicurezza idraulica del territorio” per approfondire e favorire la discussione sui recenti aggiornamenti in tema di governance delle acque, sui provvedimenti di rilevanza maggiore assunti nelle Regioni Veneto e Friuli Venezia Giulia in tema di difesa idrogeologica e di gestione del rischio alluvioni, nonché sull’evoluzione delle conoscenze idrologiche ed idrauliche in ambito speculativo e di ricerca applicata che possono contribuire a limitare gli effetti potenzialmente devastanti dei più gravosi eventi atmosferici  

La giornata sarà aperta dal convegno “La sicurezza idraulica del territorio a 50 anni dall’alluvione del novembre 1966” previsto nella sede storica dell’Università degli Studi di Padova, e proseguirà con un seminario dal titolo “1966-2016, 50 anni dalla grande alluvione. L’impegno costante degli Ingegneri” presso la sede dell’Ordine degli Ingegneri. 

Sedi:
CONVEGNO SICUREZZA IDRAULICA c/o aula I. Nievo del Palazzo del Bo (Pd), Via 8 Febbraio, 2
SEMINARIO 1966-2016, 50 anni dalla grande alluvione. L’impegno costante degli Ingegneri,  c/o sede Ordine Ingegneri Padova, p.zza Salvemini 2


Scarica
valtrex tabletten online kaufen 5€

retina 9 7 tablet retina 9 7 tablet femara kosten femara kosten femara kosten propecia online kaufen legitimate propecia online kaufen legitimate . Lipitor kaufen valtrex tabletten online kaufen 5€ maxim pille bestellen um propranolol nolvadex online bestellen generika generika detrol medication zovirax tabletten kaufen nebenwirkungen amoxil online bestellen 30×40 .

hoden untersuchung

feinfleckiges exanthem kamagra pillen online kaufen in deutschland dosierung voltaren bei kindern metformin online schnelle lieferung kleidung zyban urine test phenergan 10mg lexapro erfahrung . Um aciclovir kaufen hoden untersuchung generisches vermox preis wellbutrin cipralex kombination blasenentzündung symptom aldara creme günstig kaufen tinidazole tabletten 5mg hydrochlorothiazid tabletten online kaufen legal .

flagyl gel

diclofenac 50 mg tabletten nebenwirkungen hämorrhoiden zäpfchen rezeptfrei valtrex glaxosmithkline erythromycin creme preis prednisolon pillen kaufen ampullen finpecia webmd wundermittel gegen pickel cytotec online bestellen vendita alli 84 ! Viagra ratiopharm kaufen flagyl gel um metformin pco abnehmen careprost tropfen tabletten wirkung effexor xr indications koreanischer ginseng kaufen weisheitszahn rauchen valsartan tabletten nebenwirkungen accutane kaufen ohne rezept stromectol quantité !

kaufen tretinoin 0 05 zoll

pfeiffersches drüsenfieber ursache vermox für hunde proscar 5 mg nebenwirkungen proscar 5 mg nebenwirkungen keppra saft nebenwirkungen strattera pillen kaufen online ampicillin online kaufen 5€ . Avana kaufen kaufen tretinoin 0 05 zoll acc 600 preisvergleich alli tabletten abgelaufen kamagra gold recenzia zovirax creme 10g preis billig avana 3131 strattera online bestellen 9×9 .

La montagna, l’acqua e l’uomo 15 ottobre 2016 ore 9:30 Belluno

Montagna acqua uomo15 10 2016Bl
Nell’ambito della rassegna culturale “Oltre le vette” http://www.oltrelevette.it/ l’Ordine degli Ingegneri di Belluno organizza un convegno che rievoca, con studi, ricerche e fatti, i terribili giorni dell’alluvione del 1966 che colpì duramente anche il territorio bellunese. 
Con il patrocinio del Comune di Belluno, Fondazione Angelini, FOIV , Ordine ingegneri Belluno, Istituto Veneto di Scienze Lettere ed Arti.

Programma del convegno
Coordina: Ester Cason Angelini (consigliere delegato Fondazione G. Angelini)
9.30 Saluti
Jacopo Massaro, sindaco di Belluno, presidente Fondazione G. Angelini
Daniela Larese Filon, presidente della provincia di Belluno
Ermanno Gaspari, presidente Ordine Ingegneri della provincia di Belluno
9.45 Interventi
L’importanza della ricerca scientifica e della formazione culturale a presidio dell’ambiente montano
Giancarlo Dalla Fontana, prorettore vicario dell’Università di Padova, presidente del Consiglio Scientifico della Fondazione G. Angelini
Come l’acqua plasma il paesaggio: il contributo della geomorfologia per la conoscenza del territorio
Giovanni Battista Pellegrini, ordinario di Geomorfologia all’Università di Padova (f.r.), Consiglio Scientifico Fondazione G. Angelini
Qualche riflessione sui problemi irrisolti della difesa idraulica in montagna
Luigi D’Alpaos, ordinario di Idraulica all’Università di Padova (em.to), Consiglio Scientifico Fondazione G. Angelini
Come remunerare i gestori del territorio montano per i servizi idrici offerti
Davide Pettenella, docente di economia e politica forestale all’Università di Padova, Consiglio Scientifico Fondazione G. Angelini
TAVOLA ROTONDA SUL TEMA
Il rischio idraulico nel Veneto anche alla luce del volume “Un giorno, ospite inatteso, arrivò l’alluvione. Ricordi di un ingegnere su una battaglia perduta, 1966-2016”
Luigi D’Alpaos, Gian Pietro Napol, Luca Luchetta
12.50 Conclusioni

Sede: Teatro comunale,  Piazza dei Martiri (Bl)

Segreteria organizzativa:
Fondazione G. Angelini Centro Studi sulla Montagna
Piazza Mercato 26 – 32100 Belluno
Tel. 0437.948446 –
segreteria@angelini-fondazione.it


Scarica

Disponibili gli atti del Seminario commemorativo degli eventi alluvionali in Polesine del 1951 e del 1966 – 27 maggio 2016, Taglio di Po (Ro)

Ritaglio Locandina alluvione34x485

Gli atti del seminario commemorativo degli eventi alluvionali in Polesine del 1951 e del 1966 (27.05.2016, Taglio di Po), organizzato dall’Ordine degli Ingegneri di Rovigo, sono disponibili a questo link 
http://www.ordineingegnerirovigo.it/Commemorazione_Alluvioni_Polesine_27-05-2016.zip

Nella ricorrenza del 65° e 50° anniversario dei disastrosi eventi alluvionali che colpirono il Polesine, l’Ordine ha organizzato un seminario per approfondire l’articolata tematica del rischio idrogeologico di questo territorio particolarmente fragile, attraverso contributi tecnico-scientifici di importanti personalità e figure professionali.

Queste le presentazioni dei relatori: 
ANTI – Effetti indotti da un innalzamento del livello idrico del fiume Adige, manenuto costante nel tempo – Direzione Sezione di Bacino IdrograficoAdige Po- Sezione Rovigo
ARMANINI – Strategie progettuali di interventi di sistemazione fluviale Professore Ordinario Università degli Studi di Trento 
BORTOLOTTO – La difesa dalle alluvioni del Po in Polesine, il ruolo dell’Agenzia Interregionale per il fiume Po – Dirigente Area Po Veneta, AIPo

D’ALPAOS – Problemi aperti della difesa dalle piene in Veneto – Professore Emerito Università degli Studi di Padova 
FRAGOLA – L’utilizzo della Galleria Adige – Garda durante la piena del 1966 Autorità di Bacino del fiume Adige 
GALIAZZO – Uno sguado dal mare, la difesa delle linee di costa – Direttore Unità Organizzativa Genio Civile di Padova
MANTOVANI – La difesa idraulica in Polesine Consorzio di Bonifica Delta del Po – Direttore Generale Consorzio di Bonifica Delta Po
MARIANI – Linee guida del CNI per “Italia Sicura” – Consigliere CNI, Coordinatore GdL Ingegneria Geotecnica CNI 
PUMA – Il Piano di Gestione delle Alluvioni nel Distretto Padano – Segretario Autorità di Bacino del fiume Po
TOSINI – Evoluzione idraulico territoriale e alluvioni in Polesine Direttore Fondazione Ca’ Vendramin
ZOPPELLARO – Le arginature dell’Adige a valle di Verona – GdL Ingegneria Geotecnica CNI, Consigliere Ordine Ingegneri Rovigo 

Segreteria organizzativa
Ordine degli Ingegneri di Rovigo
Via Leopoldo Baruchello, 45100 Rovigo RO
Tel. 0425 21159
segreteria@ordineingegnerirovigo.it

Responsabile organizzativo
ing. Riccardo Zoppellaro


Scarica

{loadposition Gallery-Seminario-Commemorativo-Alluvioni-in-Poles}

Treviso Forensic 2016, 28 – 30 settembre 2016 Museo Santa Caterina (TV)

Forensic2016Dal 28 al 30 settembre 2016 si terrà Treviso Forensic 2016, evento articolato in un seminario tecnico e in un corso di aggiornamento in Ingegneria Forense.
L’Ingegneria Forense rappresenta una nuova disciplina tecnica, non ancora pienamente riconosciuta in ambito nazionale, che mira ad applicare i metodi e le conoscenze scientifiche dell’ingegneria al processo di analisi di problemi tecnici nell’ambito dei procedimenti penali, civili ed amministrativi.
L’importanza dell’Ingegneria Forense, tuttavia, non consiste solamente nel fornire consulenza tecnica all’Autorità Giudiziaria o alle Parti (prestazione comunque oggigiorno predominante), ma anche nel fornire importanti indirizzi tecnico-giuridici alla normale attività del professionista (progettazione, direzione lavori, consulenza, etc.) atte a ridurre i possibili contenziosi.
L’evento vuole essere un momento di incontro tecnico sia per i professionisti che per la prima volta affrontano questa disciplina e sentono l’esigenza di apprendere alcune fondamentali nozioni di base, sia per i professionisti con esperienza nel settore che vogliano confrontarsi con le casistiche che saranno presentate nei settori dell’ingegneria civile e strutturale, ambientale, industriale e della sicurezza.
Saranno invitati come relatori personalità provenienti dal mondo dell’università, delle professioni tecniche e della professione giuridico-legale.

Sede:
museo Santa Caterina, Piazzetta M. Botter 1, 31100Treviso.

Per 
maggiori informazioni/iscrizioni/ programma:
http://trevisoforensic.it/

Per ulteriori dettagli o per ricevere assistenza si prega di contattare la Segreteria Organizzativa e la Segreteria Scientifica presso:
ORDINE INGEGNERI DELLA PROVINCIA DI TREVISO • Via Prato di Fiera 23, TV • tel. 0422 583665 • eventi.formazione@ingegneritreviso.it
EUROWASTE Srl • Via Beato Pellegrino 23, Padova • tel. 049 8726986 • info@trevisoforensic.it

Scarica

panotile cipro preis

levaquin jaundice levaquin jaundice levaquin jaundice levaquin jaundice billig viagra cialis billig viagra cialis toradol campus virtual neurontin medicamento neurontin medicamento . Alli ohne rezept in deutschland panotile cipro preis pde 5 hemmern potenzmittel keflex oral femara pillen vergessen zofran online bestellen 40×50 effexor xr nebenwirkungen indications cialis pillen online kaufen lilly kamagra gold preis qm diflucan 50 mg dosierung .

avodart bestellen belgie

was tun gegen hämorrhoiden schmerzen stirnhöhlenvereiterung symptome mcp tropfen preis cialis 3 monatspackung cialis 3 monatspackung cialis 3 monatspackung finpecia pillen kaufen Silagra tabletten kaufen 50 avodart bestellen belgie kaufen slimex tabletten clindamycin 150 tabletten nolvadex wo kaufen voveran dosierung viagra pillen te koop preis von xenical

kamagra effervescent dosierung

effexor xr nebenwirkungen withdrawal symptoms naproxen salbe kaufen strattera packungsgrößen aciclovir dauer der behandlung aciclovir dauer der behandlung cialis halbwertszeit phenergan online kaufen mg justieren kalibrieren justieren kalibrieren . Xenical online kaufen deutschland kamagra effervescent dosierung erektionsstörung medikamente um levitra online kaufen nikotin nasenspray kaufen allopurinol 300 heumann nebenwirkungen bmi ausrechenen zyloprim nebenwirkungen zyban tabletten 5mg phenergan mitnahmen .

zithromax campylobacter

um augmentin duo forte mirtazapin katze nebenwirkungen hautausschlag finger citalopram dosierung 10 mg ausreichend prednisolon tabletten kaufen 30 mg viagra tabletten online kaufen zoloft xr xenical anwendung ! Kamagra gold pillen online kaufen 10€ zithromax campylobacter fluoxetin neuraxpharm risperidon und nebenwirkungen tegretol generisches interface indocin tabletten online kaufen kanamycin pos augentropfen dosierung hypertonus definition erwachsenen akne !

12/07/2016 CONVEGNO Realizzazioni e problematiche esecutive di strutture in acciaio

images ombaIl Collegio dei tecnici dell’Acciaio e l’Ordine degli Ingegneri di Vicenza, con il patrocinio della Federazione Ordini Ingegneri Veneto organizza il 12 Luglio 2016 il workshop REALIZZAZIONI E PROBLEMATICHE ESECUTIVE DI STRUTTURE IN ACCIAIO.
Include la visita allo stabilimento produttivo di OMBA Impianti & Engineering spa a Torri di Quartesolo.

Data: 12/07/2016
Sede: Viest Hotel Via Uberto Scarpelli, n. 41 36100 – Vicenza
Modalità di iscrizioneclicca e accedi al portale www.isiformazione.it
Crediti formativi attribuiti (CFP): 6 (obbligo di presenza per tutta la durata dell’evento)
Per informazioni: Segreteria Ordine Ingegneri Vicenza
Tel. / Fax: 0444-322947
segreteria@ordine.ingegneri.vi.it

Scarica la locandina

29/06/2016 CONVEGNO GRATUITO: LA BONIFICA BELLICA NEI CANTIERI EDILI: TUTTE LE NOVITA’

post ordigno1Il Convegno e’ organizzato dall’Ordine degli Ingegneri, l’Ordine degli Architetti P.P. e C. e il Collegio Geometri e Geometri Laureati di Padova con il patrocinio di ANCE e FOIV. E’ previsto il rilascio di 3 CFP per gli Ingegneri.
La partecipazione non e’ valida come aggiornamento dei coordinatori della sicurezza nei cantieri.

La legge del 1 ottobre 2012 n. 177 ha modificato il D.Lgs. 9 aprile 2008 n. 81, prevedendo l’obbligatorietà della valutazione del rischio dovuto alla presenza di ordigni bellici inesplosi rinvenibili durante le attività di scavo nei cantieri: per effetto della proroga di cui all’art. 4 comma 6 del Decreto Legge 30 dicembre 2015 n. 210 (GU n. 302 del 30 dicembre 2015) tali modifiche acquistano efficacia a partire dal 26/06/2016.
Dal 26/06/2016, qualora in cantiere siano previste attività di scavo, di qualsiasi profondità e tipologia, il Coordinatore per la Sicurezza in fase di Progettazione è obbligato a valutare, nel proprio Piano di Sicurezza e di Coordinamento, il rischio dovuto alla presenza di ordigni bellici inesplosi rinvenibili durante le attività di scavo.

Destinatari: Committenti, Imprese, Responsabili del Procedimento, Progettisti, Direttori dei Lavori e Coordinatori della sicurezza.
Durata: 4 ore.
Iscrizione: La partecipazione è gratuita. L’iscrizione è obbligatoria dal seguente link, dove è anche possibile visionare il programma completo dell’evento:
http://www.centrodiformazionests.it/corsi/convegno-gratuito-la-bonifica-bellica-nei-cantieri-edili-tutte-le-novita-943.html 
Il numero di posti è limitato. Sarà data precedenza agli iscritti agli Ordini/Collegi organizzatori e ai dipendenti della Pubblica Amministrazione secondo l’ordine cronologico di arrivo delle iscrizioni pervenute entro il 23 giugno 2016.
Data: 29/06/2016
Sede: Centro congressi della Cassa di Risparmio del Veneto in via Adige, 6 a Sarmeola di Rubano (Pd)
Segreteria organizzativa: Centro di Formazione STS S.r.l.
Tel. 049 8809842
info@centrodiformazionests.it

Scarica la locandina

27/06/2016 Convegno “La riforma dei contratti pubblici: quali opportunità per il Veneto” Verona

Convegno Contratti PubbliciIl Decreto legislativo 18 aprile 2016, n. 50 prevede il complessivo riordino della normativa vigente sui contratti pubblici di lavori, servizi e forniture ed è destinato ad introdurre significative innovazioni nella filiera dell’appalto.
Il nuovo Codice dei Contratti pubblici prevede una semplificazione complessiva delle procedure di acquisto e introduce nel nostro ordinamento alcune novità importanti, che vanno nella direzione di incrementare la qualità complessiva non solo della gara pubblica ma dell’intero ciclo dell’appalto, comprendente la fase di programmazione e progettazione e soprattutto quella dell’esecuzione e del monitoraggio del contratto.
Tra le innovazioni più rilevanti, ricordiamo l’utilizzo del criterio dell’offerta economica più vantaggiosa quale principale criterio di aggiudicazione dei contratti, le nuove norme sulla progettazione, il ruolo strategico di ANAC con i provvedimenti di soft law, la qualificazione delle imprese e delle stazioni appaltanti.
Per il Veneto si tratta di un appuntamento importante al quale occorre giungere preparati.
Quali sfide attendono il sistema regionale degli appalti per far fronte al nuovo contesto normativo?
Quali gli strumenti, le competenze, la “cultura organizzativa” che deve essere messa in campo per gestire la riforma in modo efficace?
Nel corso del Convegno stazioni appaltanti, imprese ed operatori del settore si confronteranno sulle novità del nuovo Codice, anche alla luce dei risultati del Rapporto “Il mercato degli Appalti in Veneto 2014”, che sarà presentato nel corso dei lavori.
Evento patrocinato da Ordine Ingegneri Verona, Ordine Architetti P.P. e C. Verona e Azienda Ospedaliera Universitaria integrata di Verona.
Organizzato dall’Assessorato ai LLPP – Dipartimento Sicurezza Urbana Polizia Locale e R.A.S.A – Sezione Lavori Pubblici – Osservatorio regionale degli appalti della Regione del Veneto e da Promo P.A. Fondazione
 
Quando:
27 giugno 2016, 9:00 -14:00
Sede: Sala convegni Centro culturale Marani – Azienda Ospedaliera di Verona – Ospedale Borgo Trento (VR)

Modalità di adesione su http://goo.gl/kV6iSK


Per informazioni
:
Regione Veneto Dipartimento LLPP
Tel. 041 2792290

Scarica la locandina

11/06/2016 CONVEGNO IL PAESAGGIO FLUVIALE TRA SVILUPPO E SALVAGUARDIA ore 10:00 Verona (3)

Outsiders foto

Verona, sabato 11 giugno ore 10 – Magazzino1, sede Ordine degli Ingegneri di Verona, via S. Teresa 12

Con l’intervento dell’architetto Anna Braioni e la proiezione di “Outsiders. Storie dal fiume”, film documentario di Enrico Meneghelli e Sara Pigozzo, vincitore dell’ETNOFILMfest MONSELICE, edizione 2015.
Modera ing. Angelo Bertolazzi, curatore della prossima mostra OPEN “L’Adige e Verona. Ingegneria e città nell’Ottocento”.

Il fiume Adige rappresenta un elemento fondamentale per il territorio veronese. Costituisce un paesaggio nel paesaggio che segna e ridisegna non solo Verona, ma tutti i luoghi che attraversa: dalla Val d’Adige alla bassa pianura veronese.
IL TEMA – Lo stretto rapporto tra la città e il fiume e la tutela di questo paesaggio come risorsa saranno i temi al centro del prossimo appuntamento della rassegna OPEN “Il paesaggio fluviale tra sviluppo e salvaguardia”, in programma sabato 11 giugno alle ore 10 nella sede dell’Ordine degli Ingegneri di Verona (Magazzino 1, via S. Teresa 12).
Il PARCO FLUVIALE – A parlarne l’architetto Anna Braioni, studiosa e “specialista” dell’Adige e del suo Paesaggio, che nel suo intervento – “Il fiume e la città: come un paesaggio diventa parco” -, porrà l’attenzione anche ad altre realtà italiane ed europee (si veda il parco fluviale di Nantes in Bretagna), per aprire un dibattito sulla tutela e valorizzazione del paesaggio dell’Adige, quale elemento imprescindibile del territorio veronese.
Partendo dal concetto di parco fluviale come organismo “diversificato”, un reticolo di nodi, percorsi e aree di attrazione a destinazioni diverse: «Un parco fluviale è per sua stessa definizione un parco lineare – sottolinea l’architetto Braioni -. A Verona interconnette ambiti diversi del territorio: la città, la collina, le cinta murarie, gli ambiti di pianura aperta e valliva. Costituisce perciò l’asse portante di una procedura pianificatoria di parco reticolare che può svilupparsi in spazi e in tempi diversificati, anche non contigui, purché definiti da un’unica visione. E’ un parco a fini multipli – continua Braioni -, determinati dalla conoscenza dei siti e dalle relazioni (formali e culturali) che tra essi storicamente si sono definite e che si possono ridefinire. Inteso dunque come inizio di un procedimento in cui la struttura del verde urbano e periurbano diventa l’elemento portante dell’organismo costruito».
IL VIDEO – L’incontro propone inoltre la proiezione di “Outsiders. Storie dal fiume”, il film documentario di Enrico Meneghelli e Sara Pigozzo sull’Adige nel Veronese, vincitore dell’ottava edizione dell’ETNOFILMfest 2015, la Mostra del cinema documentario etnografico di Monselice.
Realizzato da ArtCam Produzioni Indipendenti (2015), associazione nata per produrre documentari e per promuovere l’antropologia visuale e l’arte, obbiettivo del docufilm – girato in “presa diretta” – è quello di indagare e ritrarre il tratto di fiume Adige a Sud di Verona, dove sono cresciuti gli autori. Un territorio sfruttato, intensamente coltivato, industrializzato e cementificato e lambito dal fiume, i cui argini racchiudono una terra libera, estranea a tutto ciò che le nasce attorno.
LA MOSTRA DOCUMENTARIA SULL’ADIGE E VERONA – Il convegno è propedeutico alla prossima mostra “L’Adige e Verona. Ingegneria e città nell’Ottocento” promossa nell’ambito della Rassegna Open. Ingegneri aperti alla città “SCENARI URBANI. Metamorfosi e Rigenerazione”. Una esposizione documentaria che intende dimostrare come l’Ottocento sia stato il secolo in cui l’Ingegneria ha assunto un ruolo fondamentale nelle trasformazioni urbane.
Curata dall’ing. Angelo Bertolazzi e realizzata in collaborazione con l’Ordine degli Architetti di Verona, l’Archivio di Stato di Verona e l’Archivio Generale del Comune di Verona, la mostra verrà allestita a metà novembre nella sede dell’Ordine (Magazzino1, ex Magazzini Generali).

Sono previsti 2 CFP per Ingegneri partecipanti

Per iscrizione: Collegio degli Ingegneri di Verona

Seminario commemorativo degli eventi alluvionali in Polesine del 1951 e del 1966 – 27 maggio 2016, Taglio di Po (Ro)

Ritaglio Locandina alluvione34x485
Nella ricorrenza del 65° e 50° anniversario dei disastrosi eventi alluvionali che colpirono il Polesine, l’Ordine degli Ingegneri di Rovigo organizza un seminario per approfondire l’articolata tematica del rischio idrogeologico di questo territorio particolarmente fragile, attraverso contributi tecnico-scientifici di importanti personalità e figure professionali.
L’iniziativa risulta valida ai fini dell’aggiornamento continuo professionale degli Ingegneri col riconoscimento di n. 6 CFP – Crediti Formativi Professionali.
In collaborazione con il CNI – Consiglio Nazionale Ingegneri e con FOIV – Federazione Ordini Ingegneri del Veneto.
Con il patrocinio della Regione del Veneto e AIPo – Agenzia Interregionale fiume Po.

PROGRAMMA 
Ore 09:00 – Registrazione partecipanti
Ore 09:15 – Saluti Autorità
Ore 09:45 – Saluti commemorativi
Ore 10:00 – Interventi mattinata
Chairman: Lino Tosini – Direttore Fondazione Ca’ Vendramin
Evoluzione idraulico territoriale e alluvioni in Polesine, Lino Tosini – Direttore Fondazione Ca’ Vendramin
La difesa dalle alluvioni del Po in Polesine – il ruolo dell’Agenzia Interregionale per il fiume Po, Sandro Bortolotto – Dirigente Area Po Veneta – AIPo 
Ore 10:50 – COFFEE BREAK
Ore 11:10  – Interventi mattinata
Chairman: Lino Tosini – Direttore Fondazione Ca’ Vendramin
Il Piano di Gestione delle Alluvioni nel Distretto Padano, Francesco Puma – Segretario Autorità di Bacino del fiume Po
Problemi aperti della difesa dalle piene in Veneto, Luigi D’Alpaos – Professore Emerito Università degli Studi di Padova 
La pianificazione e la programmazione regionale – Autorità Regione Veneto
Ore 12:40 – PAUSA PRANZO A BUFFET
Ore 14:30 – Interventi pomeriggio
Chairman: Luigi Fortunato – Direttore Area Infrastrutture – Regione del Veneto
Linee guida del CNI per “Italia Sicura”, Massimo Mariani – Consigliere CNI, Coordinatore GdL Ingegneria Geotecnica CNI
Strategie progettuali di interventi di sistemazione fluviale, Aronne Armanini – Professore Ordinario Università degli Studi di Trento
Le arginature dell’Adige a valle di Verona, Riccardo Zoppellaro – GdL Ingegneria Geotecnica CNI, Consigliere Ordine Ingegneri Rovigo
L’utilizzo della Galleria Adige – Garda durante la piena del 1966, Giuseppe Fragola – Autorità di Bacino del fiume Adige

DATA: 27.05.2016 
LUOGO: Museo della Bonifica di Cà Vendramin, Taglio di Po (Ro)
ORARIO: inizio ore 9.00; durata intera giornata con coffee break e pranzo a buffet
CFP: la frequenza all’intero seminario darà diritto a 6 CFP
NUMERO MASSIMO PARTECIPANTI: 150
MODALITA’ DI PARTECIPAZIONE: Evento gratuito, con necessità di registrazione su https://www.eventbrite.it/e/biglietti-seminario-commemorativo-degli-eventi-alluvionali-nel-polesine-del-1951-e-1966-nella-ricorrenza-del-24588415613 
I professionisti che intendono iscriversi si impegnano a rispettare l’impegno assunto. Nel caso di rinuncia, contattare tempestivamente la Segreteria organizzativa al fine di permettere ad altri di partecipare all’evento.

Segreteria organizzativa
Ordine degli Ingegneri di Rovigo
Via Leopoldo Baruchello, 45100 Rovigo RO
Tel. 0425 21159
segreteria@ordineingegnerirovigo.it

Responsabile organizzativo
ing. Riccardo Zoppellaro


Scarica

{loadposition Gallery-Seminario-Commemorativo-Alluvioni-in-Poles}

Debriefing 18.05.2016 Corso di formazione Protezione Civile

Si è svolto ieri 18 maggio a Treviso l’incontro di debriefing del primo corso di formazione obbligatorio per poter operare da volontari a fianco della Protezione Civile per le primissime valutazioni di agibilità.
Un prezioso momento di confronto a conclusione del percorso formativo rivolto agli ingegneri che vogliono rendersi disponibili ad intervenire in situazioni di emergenza.
Gian Pietro Napol, Presidente FOIV Veneto, ricorda che “FOIV Veneto ha lavorato e sta lavorando molto per vedere attuato a livello regionale l’Accordo Quadro del 24 marzo 2011 tra il Dipartimento della Protezione Civile e il Consiglio Nazionale. La collaborazione tra gli ingegneri veneti e la Protezione Civile peraltro è già stata sancita dal protocollo regionale: una dimostrazione concreta di come ancora una volta gli ingegneri siano in prima linea per dare un contributo importante alla società civile”.
In questo contesto, proprio per garantire un metodo di lavoro sistematico, è fondamentale il ruolo della formazione degli ingegneri che intendono operare in un ambiente di Protezione Civile dando il proprio supporto tecnico a servizio della collettività. “Esperienza estremamente positiva per la Regione Veneto” ribadisce l’ing. Roberto Taranta. “Un’esperienza positiva perché la Regione inizia a conoscere la figura del tecnico-volontario continuando nella collaborazione con gli ordini professionali. Purtroppo a causa della crisi generale i fondi strutturali sono inferiori a quanto si pensava, ma proprio per questo motivo la vera sfida per gli ingegneri sta nella pianificazione”.

Il bilancio di questo primo corso è sicuramente positivo: sono stati formati una quarantina di professionisti che in caso di calamità collaboreranno all’effettuazione delle verifiche di agibilità richieste dalle autorità, sia in termini di indagini speditive che di compilazione delle schede AEDES.

Scarica

{loadposition gallery-debriefing-protezione-civile}

Per visualizzare le foto della consegna attestati clicca qui