Categoria: In evidenza

Premio incubazione startup Luca Russo – scadenza 15 giugno 2018

Premio alle migliori idee imprenditoriali innovative.

È stato pubblicato il bando per l’assegnazione del premio di incubazione startup Luca Russo istituito grazie alla raccolta fondi svoltasi in occasione del 1° memorial Luca Russo dello scorso marzo.
Memorial che ha tra l’altro, ha avuto il patrocinio dell’Università degli Studi di Padova, Ordine Ingegneri della provincia di Padova, Collegio degli Ingegneri Padova, Federazione Ordine Ingegneri del Veneto, Comune di Padova.
Il bando premierà le migliori idee con un premio di incubazione in servizi e spazi presso Paradigma.city, incubatore di innovazione.
Le domande potranno pervenire alla casella di posta premio@asdsportingpadova.it
entro e non oltre 15 giugno 2018 nell’apposito modulo e secondo il regolamento pubblicati all’indirizzo http://www.asdsportingpadova.it/
Il bando prevede un punteggio maggiore per i team che hanno un ingegnere tra i partecipanti e per le idee che risultino utili ad avvicinare allo sport le persone con disabilità.

Regolamento Bando

Modulistica 

12° Congresso Europeo di sicurezza comportamentale (BBS) e Performance Management, 14 e 15/06/2018 Como

Il 14 e il 15 giugno 2018 si terrà a Como il 12˚ Congresso Europeo di Behavior-Based Safety & Performance Management, ovvero il più grande evento in Europa dedicato alla gestione efficace dei comportamenti di sicurezza sul lavoro.
Come ogni anno, l’iniziativa è organizzata dall’associazione scientifica italiana di Analisi del Comportamento AARBA – Associate Chapter di ABA International – e la partecipazione è gratuita.

Tema centrale del Congresso di quest’anno, che come sempre vedrà l’intervento nel ruolo di relatori di esperti internazionali di Analisi del Comportamento e di referenti di aziende nazionali e multinazionali che implementano la B-BS, sarà Il lato oscuro del lavoro.

Come ottenere i comportamenti desiderati da sé stessi e dai propri collaboratori? Come si fa ad essere leader efficaci? Come riorganizzare la propria vita e il proprio ambiente di lavoro per raggiungere degli obiettivi professionali? La punizione e il sistema sanzionatorio funzionano davvero? Come si può gestire un gruppo di lavoro senza una supervisione costante? Come trasformare lo stress lavoro-correlato in eu-stress? Come salvare la vita di milioni di lavoratori? Ma soprattutto, se voglio implementare un processo di B-BS, quali criticità mi devo preparare ad affrontare e come le supero?
Illustri luminari internazionali presenteranno i principi teorici di base e alcune maestrie per il successo, accompagnati dalle voci dei direttori, HSE Manager e RSPP di alcune delle aziende che hanno adottato dei processi di gestione comportamentale, che presenteranno la loro esperienza, le accortezze per l’adozione del protocollo in diversi ambiti, i risultati che è possibile ottenere, la gestione dei comportamenti di guida di sicura da parte della rete vendita e l’importanza della leadership manageriale per la gestione efficace dei sistemi aziendali.
Evento organizzato da AARBA, la società scientifica della Behavior-Based Safety in Europa con il patrocinio del Consiglio Nazionale degli Ingegneri.

Tel: 02/40047947; E-mail: segreteria@aarba.it; Sito: www.aarba.it

La partecipazione è GRATUITA ed è stata chiesta la validità come aggiornamento per RSPP e ASPP.

PROGRAMMA su  https://www.aarba.eu/wp-content/uploads/2018/05/Programma_congresso_2018.pdf
ISCRIZIONI ONLINE: https://www.aarba.eu/congresso-behavior-based-safety/
Destinatari: HSE Manager, RSPP, ASPP, direttori di stabilimento, responsabili di produzione, direttori del personale, tecnici della prevenzione, consulenti e studenti, provenienti da qualsiasi settore aziendale (cantieristico, metalmeccanico, cartario, alimentare, chimico, sanitario …).

Diretta streaming “Il rischio zero esiste? 15/05/2018

Il 15 maggio ricorre il decennale dell’entrata in vigore del Testo Unico sulla salute e sicurezza sul lavoro D.Lgs.81/2008. Molte cose sono cambiate in questi ultimi 10 anni in questo settore, molti progressi sono stati compiuti ma esiste ancora largo spazio per ulteriori miglioramenti soprattutto in merito alla sensibilità e consapevolezza nei confronti delle criticità legate alla sicurezza sul lavoro. Anche la giurisprudenza nazionale ha mostrato evidenti cambi di approccio nei confronti di questo tema così importante. Il settore dell’edilizia è senza dubbio uno dei settori in cui la varietà dei rischi presenti è tra le più ampie. Per questo motivo ANCE e CNI, forti del protocollo d’intesa che li vede collaborare attivamente su questi problemi ormai dall’inizio del 2017, hanno sviluppato importanti considerazioni verso un approccio alla sicurezza che si basi maggiormente sulla corretta gestione del “rischio residuo” più che sul raggiungimento del rischio zero, avvicinandosi ad un concetto già ampiamente acquisito in altri Paesi in particolare quelli anglosassoni. La stessa normativa italiana ha già introdotto questo concetto nel settore antincendio grazie all’entrata in vigore e alla crescente utilizzazione del nuovo “Codice di Prevenzione Incendi” che proprio su questo approccio ha basato la sua impostazione. Il Convegno sarà occasione di un ampio confronto tra Imprenditori del settore, Professionisti, Istituzioni e Giurisprudenza.
Evento organizzato in collaborazione con ANCE.

In diretta streaming collegandosi al portale ANCE www.ance.it a partire dalle ore 09.30.

On site in via Guattani n° 16 (sede ANCE) a Roma, a partire dalle ore 09.00.

scadenza 7/05/2018 BANDO progetto #tuttamialacittà

Il Coordinamento delle Associazioni di Volontariato della Città Metropolitana – CSV di Venezia è capofila del progetto “#tuttamialacittà©: le azioni di rigenerazione urbana del volontariato per le comunità locali”, ideato in sinergia con i Centri di Servizio per il Volontariato di Padova, Verona, Vicenza e Rovigo e finanziato dalComitato di Gestione del Fondo Speciale Regionale per il Volontariato (CoGe) con delibera n.40 del 20/11/2017.

Di cosa si tratta?
Negli ultimi anni si sta assistendo ad un proliferare di iniziative dal basso, coordinate da associazioni di volontariato e da gruppi informali che si mettono in gioco come agenti di sviluppo locale. In molti casi c’è uno spazio fisico da rigenerare, in altre situazioni parliamo di riattivazione di spazi già in uso ma che necessitano di nuova linfa per diventare sostenibili. Progetti che interessano un quartiere, parti di città, ma allo stesso la comunità locale nel suo complesso.

#tuttamialacittà prevede quattro fasi:

  1. Formazione sui temi della rigenerazione urbana – tutela dei beni comuni a cura dell’Università IUAV di Venezia (maggio – luglio 2018)
    Una serie di quattro workshop organizzati in ciascuna delle sedi dei cinque Csv partner (Venezia, Padova, Verona, Vicenza e Rovigo). Per le associazioni della provincia di Venezia la sede degli incontri di formazione sarà presso il CAVV – CSV Venezia (Via Lodovico Antonio Muratori, 3 Mestre)
  2. Incubazione di proposte progettuali in retea cura dell’Università IUAV di Venezia (settembre – ottobre 2018)
    Una serie di quattro incontri di “progettazione in rete” organizzati in ciascuna delle sedi dei cinque Csv partner (Venezia, Padova, Verona, Vicenza e Rovigo). Per le associazioni della provincia di Venezia la sede degli incontri di formazione sarà presso il CAVV – CSV Venezia (Via Lodovico Antonio Muratori, 3 Mestre)
  3. Selezione delle dieci proposte idonee a ricevere un finanziamento di 12.500€.La Commissione di Valutazione sarà formata da due rappresentanti del CSV, da un rappresentante IUAV e da un rappresentante di FOAV /FOIV.
  4. Supporto tecnicoper la realizzazione, entro un anno, delle Azioni Pilota selezionate.

Chi può presentare la domanda?
– associazioni di volontariato interessate alla tematica con sede in una delle cinque aree territoriali del progetto (provincie di Venezia, Padova, Verona, Vicenza e Rovigo)
– gruppi informali attivi nelle aree territoriali del progetto da almeno un anno sulle tematiche della rigenerazione urbana.

Come presentare domanda?
Per iscriversi è necessario compilare il modulo di iscrizione on line reperibile al link seguente https://bit.ly/2IEDpUe entro e non oltre le ore 13.00 di lunedì 7 maggio.

Per info
Tel: 041 504 0103
sito: www.csvvenezia.it/tuttamialacitta
email: rigenerazioneurbana@csvvenezia.it

Scarica locandina

Corso “Stabilità dei versanti. criteri di calcolo, interventi di consolidamento e protezione da caduta massi” 4-11-25-31 maggio, Verona

L’iniziativa si rivolge a coloro che operano nel settore geotecnico, in particolare agli ingegneri interessati alle problematiche di stabilità dei versanti operanti sia in ambito professionale (liberi professionisti, dipendenti di enti pubblici, etc.) sia nel contesto imprenditoriale (dipendenti di imprese, consulenti, etc.). Il corso tratterà approfonditamente argomenti riguardanti la fase progettuale del calcolo, degli interventi di consolidamento, del fenomeno della caduta massi nell’ambito della stabilità dei versanti con un’ultima parte del corso dedicata al monitoraggio dei fenomeni franosi.

Evento organizzato dalla Commissione Ingegneria Geotecnica dell’Ordine degli Ingegneri di Verona in collaborazione con Euroconference. Responsabile scientifico: ing. Paolo Crescini

Quando: 04-11-25-31 maggio, dalle 14.00 alle 18.30 presso la sede dell’Ordine, Via Santa Teresa, 12 Verona.

CREDITI FORMATIVI per ingegneri: maturati 16 CFP .

Per tutte le info sul programma, costi e modalità di iscrizione si rimanda alla locandina.

scarica locandina

INFORMATIVA ATER Padova – elenco professionisti per incarichi art. 31 D.Lgs. 50/2016

Si comunica che nel sito dell’ A.T.E.R. di Padova  www.aterpadova.com  è pubblicato un avviso per la costituzione di un elenco aperto di professionisti per l’affidamento di incarichi professionali ai sensi dell’art.31 comma 8 D.Lgs. n.50/2016 di importo stimato inferiore a euro 40.000.

Scadenza produzione istanza iscrizione 31/05/2018.

Scarica avviso ATER Pd

INFORMATIVA dall’ARPAV per TECNICI COMPETENTI IN ACUSTICA

Come noto, lo scorso 19 aprile 2017 è entrato in vigore il D. Lgs. n. 42/2017 (G.U. Serie generale n. 79/2017) che rivede la disciplina relativa alla figura professionale del Tecnico Competente in Acustica (TCA), di cui all’art. 2 della Legge Quadro n. 447 /1995.

Si evidenziano le imminenti scadenze introdotte con la nuova disciplina e riportate nella Circolare ARPAV  del 16/03/2018:

1) I TCA già iscritti nell’Elenco regionale del Veneto alla data di entrata in vigore del D. Lgs. n. 42/2017, hanno facoltà di essere trasferiti nel costituendo Elenco nazionale facendo domanda di inserimento entro il 18 aprile 2018. Il modulo per produrre la siffatta istanza, che va indirizzata ad ARPAV, è allegato al Disciplinare sopra richiamato presente sul sito internet di ARPAV.
2) Per le nuove iscrizioni, in via transitoria, il D. Lgs. n. 42/2017, consente ai soggetti in possesso di diploma di scuola media superiore ad indirizzo tecnico o maturità scientifica di fare istanza di iscrizione nell’Elenco dei TCA, non oltre il 18 aprile 2022, avendo superato con profitto l’esame di un corso abilitante e avendo svolto attività professionale in affiancamento per almeno 4 anni in modo non occasionale. I soggetti di cui sopra che avviino tale attività professionale dopo l’entrata in vigore del decreto devono, ai sensi dell’art. 22 comma 2 lett. a) del medesimo, inviare una comunicazione di inizio attività entro il 19 aprile 2018. Per quanto riguarda il Veneto, il modulo per produrre tale comunicazione, che va indirizzata ad ARPAV, è allegato al Disciplinare sopra richiamato presente sul sito internet di ARPAV.

Scarica la circolare ARPAV prot. 0026483 / U  del 16/03/2018

 

RISCHIO ZERO O RISCHIO ACCETTABILE? INGEGNERI A CONFRONTO A PADOVA SULLA SICUREZZA

Una giornata formativa sulla sicurezza per ingegneri, architetti e geometri si è svolta oggi a Padova presso la Sala Zairo. “Sicurezza è organizzazione”, il titolo dell’evento, articolato in due convegni organizzati dall’Ordine degli Ingegneri di Padova e patrocinati da FOIV: “Il rischio zero non esiste”, la mattina, dedicato al principio del rischio accettabile introdotto dal Codice di prevenzione incendi e “L’alta vigilanza in cantiere del CSE”, nel pomeriggio, sulla modalità di svolgimento della vigilanza in cantiere da parte del Coordinatore per la Sicurezza in fase di esecuzione (CSE), in relazione alle importanti novità introdotte dalle ultime sentenze della Corte di Cassazione.

Circa 1500 colleghi e 25 Ordini d’Italia sono collegati in streaming – ha esordito Ing. Guido Cassella, Coordinatore Gruppo di Lavoro Sicurezza e Prevenzione incendi dell’Ordine degli Ingegneri di Padova –, consentendoci di divulgare i concetti del convegno in tutta Italia, a dimostrazione che queste tematiche sono trasversali a livello nazionale e che la cultura della sicurezza è diffusa”.

“Spesso dai media viene fatto passare il messaggio che il rischio possa essere nullo, invece il rischio zero non esiste. Questo il messaggio che il convegno intende trasmettere”, così il presidente dell’Ordine degli Ingegneri provincia di Padova Ing. Pasqualino Boschetto.

“Come professionisti – ha commentato il presidente della FOIV Federazione degli Ordini degli Ingegneri del Veneto Ing. Gian Pietro Napol –, ci è richiesto di studiare ed agire per mitigare il rischio negli ambiti dove operiamo, ma in generale le istituzioni dovrebbero fare di più: serve una cultura del rischio diffusa”.

“Il mantenimento della formazione all’interno del mondo ordinistico è un valore aggiunto” così il Consigliere del Consiglio Nazionale Ingegneri con delega alla formazione Ing. Luca Scappini.

La radicale novità introdotta dal Codice di prevenzione incendi, fondato su principi probabilistici che escludono ogni certezza assoluta nelle attività umane, è il principio secondo cui il rischio zero non esiste. “L’impianto del Codice garantisce quindi al progettista e all’asseveratore un’assunzione di responsabilità consapevole e l’eliminazione dei margini di aleatorietà di giudizio – ha spiegato l’Ing. Marco Di Felice del Consiglio Nazionale degli Ingegneri –. Eppure, facendo riferimento al T.U. sulla sicurezza, il magistrato persegue l’inadempienza del professionista per mancato uso delle migliori ‘tecnologie disponibili’ fornite dal progresso tecnico per l’eliminazione dei rischi. Ma norme e regole tecniche non sono mai al passo con le nuove tecnologie. L’obiettivo, dunque, è la risoluzione di questa antinomia del diritto”.

Dopo aver illustrato il concetto di profilo di rischio, l’Ing. Fabio Dattilo, Direttore Interregionale dei Vigili del Fuoco del Veneto, si è soffermato sull’aspetto giuridico: “L’Europa emana direttive che spetta agli Stati membri recepire. Da un unico seme, la direttiva, nascono tante piantine diverse a seconda del terreno in cui crescono, che può essere una cultura giuridica proveniente dal diritto romano o da quello anglosassone. Ecco perché in Italia le norme sono fortemente prescrittive, cosa che non accade nei Paesi di diritto anglosassone”.

Vanno intrecciati il mondo della gestione e del governo del rischio con il mondo dell’applicazione ex post della giurisprudenza, in cui l’ipotesi di rischio accettabile si confronta con il fatto accaduto – ha indicato l’Avv. Giovanni Scudier dello studio C&S, esperto della materia –. Perciò dobbiamo ragionare anche a posteriori applicando i parametri della prevedibilità, della prevenibilità, della esigibilità della condotta e quindi, in ultima analisi, della governabilità del rischio”.

L’attività di prevenzione è possibile soltanto attraverso una particolare attività organizzativa, che presenta però alcuni rischi – il commento del Dott. Ciro Santoriello, magistrato della procura di Torino –. La battaglia culturale da condurre non è finalizzata all’introduzione di nuove norme o di norme più certe, ma al raggiungimento della consapevolezza che l’evento negativo esiste e non si può risolvere accusando qualcuno dello stesso, secondo un’impostazione di carattere culturale”.

Se non si risolve questa contraddizione del diritto – ha detto l’Ing. Gaetano Fede del Consiglio Nazionale degli Ingegneri – verrà frenato il percorso verso la sussidiarietà totale della prevenzione incendi e in generale verso un moderno efficace ed effettivo impulso al raggiungimento di alti livelli di sicurezza negli ambienti di lavoro” ha aggiunto, dopo aver illustrato le attività del CNI e della Rete Professioni Tecniche per la promozione del Codice di prevenzione incendi e per il principio del “rischio zero non esiste”.

“Personalmente, preferisco alla codifica tramite legge la modalità europea dei tavoli tecnici di confronto, dove le parti sociali definiscono criteri che la cittadinanza vuole come standard e il legislatore arriva come conseguenza” ha detto l’Ing. Guido Cassella a margine della comunicazione delle attività dell’Ordine degli Ingegneri di Padova per la promozione del Codice di prevenzione incendi.

La giornata formativa è proseguita nel pomeriggio con “L’alta vigilanza in cantiere del CSE” concentrandosi sulla modalità di svolgimento della vigilanza in cantiere da parte del Coordinatore per la Sicurezza in fase di esecuzione (CSE), in relazione alle importanti novità introdotte dalle ultime sentenze della Corte di Cassazione. Sono intervenuti l’Ing. Cassella, l’Ing. Fede e l’Ing. Napol, l’Ing. Giuseppe Piegari del Ministero del Lavoro, il Dott. Santoriello, e l’Avv. Scudier.

Entrambi gli eventi sono organizzati dall’Ordine degli Ingegneri di Padova, in collaborazione con l’Ordine degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori della Provincia di Padova, con il Collegio Geometri e Geometri Laureati di Padova e con la Fondazione Ingegneri Padova. I due convegni godono inoltre del patrocinio della FOIV Federazione degli Ordini degli Ingegneri del Veneto, del Consiglio Nazionale Ingegneri e del Consiglio Nazionale Geometri e Geometri Laureati.

26/03/2018 GIORNATA SU “SICUREZZA E’ ORGANIZZAZIONE” Padova

Il giorno 26 Marzo 2018 avrà luogo la giornata su “SICUREZZA E’ ORGANIZZAZIONE”, con due convegni gratuiti:
– IL RISCHIO ZERO NON ESISTE 
Il principio del rischio accettabile introdotto dal Codice di prevenzione incendi: uno strumento di progettazione a tutela del professionista antincendio – alla mattina
– L’ALTA VIGILANZA IN CANTIERE DEL CSE
Importanti novità dopo le ultime sentenze della Corte di Cassazione – al pomeriggio

Eventi organizzati da Ordine Ingegneri Padova con la collaborazione di Ordine Architetti P.P.C., Collegio Geometri e G.L. e Fondazione Ingegneri di Padova.

______________________________________

Il convegno IL RISCHIO ZERO NON ESISTE vale come aggiornamento per i professionisti antincendio ( 3 ore di seminario) e per l’attribuzione di  3 CFP per Ingegneri Architetti e Geometri iscritti all’albo

Si può seguire:

  1. Da sala Zairo Ordine Architetti PADOVA (in presenza)
    Iscrizioni dalla sezione eventi dell’Ordine Architetti P.P. e C. di Padova
  2. Da altre sedi aderenti che trasmetteranno l’evento in modalità streamingAl momento le sedi confermate sono:- Ordine Ingegneri Padova – Piazza Salvemini 2
    Ulteriori informazioni ed iscrizioni
    – Collegio Geometri Padova – Via Fornace Morandi 24
     Ulteriori informazioni ed iscrizioni
    – Cittadella (PD) c/o Hotel Filanda,  Via A. Palladio, 34
    Ulteriori informazioni ed iscrizioniStanno aderendo anche altri Ordini/Collegi d’Italia  per trasmettere l’evento in modalità streaming dalle proprie sedi, in questi casi le iscrizioni saranno gestite direttamente dagli Ordini/Collegi aderenti
    Consulta l’elenco aggiornato di Ordini/Collegi aderenti.
  3. In streaming dal proprio pc
    In questo caso la frequenza al Convegno non è valida per l’aggiornamento professionisti antincendio e i CFP  sono riconosciuti solo per Architetti e Geometri iscritti all’albo
    Iscrizioni dalla sezione eventi dell’Ordine Architetti P.P. e C. di Padova.

______________________________________

Il convegno L’ALTA VIGILANZA IN CANTIERE DEL CSE vale come aggiornamento per i coordinatori della sicurezza nei cantieri e per RSPP ( 3 ore di Convegno) e per l’attribuzione di 3 CFP per Ingegneri Architetti e Geometri iscritti all’albo

Si può seguire:

  1. Da sala Zairo Ordine Architetti PADOVA (in presenza)
    Iscrizioni dalla sezione eventi dell’Ordine Architetti P.P. e C. di Padova
  2. Da altre sedi aderenti che trasmetteranno l’evento in modalità streamingAl momento le sedi confermate sono:- Ordine Ingegneri Padova – Piazza Salvemini 2
    Ulteriori informazioni ed iscrizioni
    – Collegio Geometri Padova – Via Fornace Morandi 24
     Ulteriori informazioni ed iscrizioni
    – Cittadella (PD) c/o Hotel Filanda,  Via A. Palladio, 34
     Ulteriori informazioni ed iscrizioniStanno aderendo anche altri Ordini/Collegi d’Italia  per trasmettere l’evento in modalità streaming dalle proprie sedi, in questi casi le iscrizioni saranno gestite direttamente dagli Ordini/Collegi aderenti
    Consulta sul nostro sito l’elenco aggiornato di Ordini/Collegi aderenti
  3. In streaming dal proprio pc
    In questo caso la frequenza al Convegno è valida per l’aggiornamento di coordinatori e RSPP per tutto,  i CFP sono riconosciuti solo per Architetti e Geometri iscritti all’albo.
    Iscrizioni dalla sezione eventi dell’Ordine Architetti P.P. e C. di Padova

______________________________________

Scarica le locandine dell’evento e le modalità di partecipazione ed iscrizione per i due convegni

LOCANDINA SICUREZZA E’ ORGANIZZAZIONE e programmi 2 convegni

Modalità partecipazione e iscrizione CONVEGNO “IL  RISCHIO ZERO NON ESISTE”

Modalità partecipazione e iscrizione CONVEGNO “L’ALTA VIGILANZA IN CANTIERE DEL CSE”

 

6/7 aprile e 13/14 aprile Corso di formazione Sisma Bonus e messa in sicurezza degli edifici in ca e muratura. 25 CFP, Verona

Si terrà a Verona il corso di alta formazione “Sisma Bonus” e messa in sicurezza degli edifici in cemento armato e muratura (25 CFP) per approfondire i contenuti tecnici dell’Allegato A del DM n. 65 del 7.3.2017 . Il corso è suddiviso in 2 moduli che corrispondono a 2 weekend consecutivi – venerdì pomeriggio + la giornata intera del sabato (6/7 aprile e 13/14 aprile ). Le lezioni saranno tenute da docenti di università italiane, i più competenti in materia;  interverranno, con relazioni e/o casi di studio, tecnici di Aziende operanti in Italia e all’estero nei seguenti settori: monitoraggio e diagnostica, software per l’analisi strutturale, interventi e tecniche tradizionali ed innovative.

Il corso è a numero chiuso e rilascia 25 crediti formativi. E’ possibile anche preiscriversi subito inviando una mail con tutti i dati dell’interessato a: registrazione@aitef.it  

Per gli iscritti agli Ordini degli Ingegneri del Veneto è prevista la quota di iscrizione di € 250,00

La DIREZIONE DEL CORSO è a cura del Prof. Claudio Modena, Prof. Roberto Realfonzo, Prof.ssa Francesca da Porto e del Prof. Giorgio Monti.

Info su http://www.euroconference.it/centro_studi_professioni_tecniche/sisma_bonus_e_messa_in_sicurezza_degli_edifici_in_cemento_armato_e_muratura 

Scarica la locandina  Verona (locandina  aggiornata con nuovo programma che prevede l’integrazione delle nuove NTC 2018)