Categoria: Spazio Gruppi di Lavoro

Nuova riforma universitaria, tra dubbi e potenzialità

Il CNI – Consiglio Nazionale degli Ingegneri ha presentato una proposta autonoma al MIUR – Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca riguardante una riforma prevista per gli studi di Ingegneria, la quale verrà approfondita nel corso dei prossimi mesi e sicuramente del prossimo anno.

La proposta, seppur valida nel contenuto, trattando di un argomento che negli anni ha sempre suscitato molto interesse e attenzione, ha sicuramente subito un’accelerazione da parte del Consiglio Nazionale degli Ingegneri che non ha effettuato tutti i passaggi procedurali previsti all’interno delle istituzioni degli ingegneri e che  non ha visto raccogliere le opinioni dei vari Ordini territoriali e provinciali.

La proposta consiste nel superamento del corso di laurea classico  che vede la triennale prima e la magistrale o specialistica poi (3+2 ) per adottare un sistema 4+1, facendo quindi aumentare di un anno il percorso formativo base al quale si potrà aggiungere un ulteriore anno di master o specializzazione, pur sempre rispettando i 5 anni canonici di formazione totale.  

Tale proposta ha sicuramente degli aspetti positivi, ma non per quanto riguarda il punto di vista metodologico. La riforma doveva essere discussa preventivamente con il Ministero e con l’Università, ad esempio alla Conferenza dei Rettori o alla Conferenza dei Presidi della Scuola di Ingegneria, per cercare di capire il punto di vista dell’università stessa, in quanto ente principalmente coinvolto.

Si tratta di un tema molto importante che sicuramente ci impegneremo a riprendere in seguito.

Pasqualino Boschetto

Bim, un’opportunità per la professione

Il Gruppo di Lavoro BIM di FOIV è nato all’inizio del 2020, un anno particolare per la vita di tutti e anche per la vita dei professionisti.

Dopo il primo incontro di inizio anno, tutti noi siamo stati investiti da una situazione di apparente stallo che sta modificando in modo sostanziale le abitudini fino ad ora assodate. Per poter proseguire nelle attività della nostra professione abbiamo dovuto iniziare ad usare in modo intensivo e predominante gli strumenti di connessione e condivisione a distanza che fino ad ora venivano utilizzati parzialmente e in maniera differente. Gli stessi incontri del gruppo hanno continuato ad esserci, ma ognuno dalla propria abitazione, condividendo informazioni e idee attraverso un monitor e la connessione in rete. (altro…)

Transizione 4.0 e Gestione dell’innovazione

Il gruppo di lavoro Industria di FOIV è stato costituito nel 2018 con l’obiettivo di riunire le competenze degli ingegneri che operano nell’ambito industriale, di confrontare le esperienze professionali che sono diversificate per tematiche e territorioma pur sempre complementari e di proporrela figura dell’ingegnere industriale come partner nell’innovazione delle nostre imprese e organizzazioni. (altro…)

Ingegneri biomedici fondamentali nella lotta al Covid

Il gruppo di lavoro FOIV di ingegneria biomedica si propone di dare rilevo ai professionisti che operano nel campo delle applicazioni ingegneristiche in medicina e in sanità.

Il mondo dell’ ingegneria biomedica, poco conosciuto ai più, è variegato e permea  a 360° il modo della medicina  supportandolo tecnologicamente. Ci sono colleghi che operano nella gestione delle tecnologie nella sanità pubblica, chi nella sanità privata, chi nelle imprese di costruzione di strumentazioni sanitarie, chi nelle imprese di servizi per la loro manutenzione, chi nel settore della formazione, chi nella certificazione d’impresa e/o di prodotto medicale, chi opera nell’informatizzazione  con lo sviluppo di software medicali, chi nella digitalizzazione dei processi sanitari, chi si occupa di programmazione e di gestione economica a livello regionale, chi a livello locale ecc. (altro…)

Codice di prevenzione incendi: nuova regola tecnica innovativa per la progettazione antincendio

Il Codice di prevenzione incendi (DM 03/08/2015) con i successivi aggiornamenti e regole tecniche verticali correlate rappresenta un nuovo strumento di progettazione antincendio al servizio dei progettisti.

FOIV si impegna da anni per contribuire alla redazione delle regole tecniche, in collaborazione con i VVF, nelle sedi deputate (analisi delle bozze e trasmissione delle osservazioni). (altro…)

Una “fase 2” della sicurezza in azienda e nei cantieri

Il gruppo di lavoro Sicurezza della Federazione degli Ordini degli Ingegneri del Veneto è composto da colleghi esperti di sicurezza nei luoghi di lavoro, nominati dai 7 Ordini provinciali degli Ingegneri.

L’esperienza della fase emergenziale ci porta a proporre l’avvio di una fase 2 per tutta la gestione della sicurezza nelle aziende e nei cantieri, che possa conciliare l’esigenza primaria della sicurezza con le esigenze produttive del territorio. Così facendo possiamo capitalizzare le esperienze positive maturate in questo periodo di emergenza che hanno confermato che il “Rischio zero non esiste”,ma che è necessario creare un’organizzazione efficace della sicurezza per ridurre i rischi per i lavoratori. (altro…)

Riclassificazione sismica: la proposta del GdL FOIV

Nell’ambito delle attività della Federazione degli Ordini degli Ingegneri del Veneto (FOIV), il Gruppo di Lavoro Sismica si occupa delle problematiche relative al rischio sismico del territorio regionale, con particolare riferimento alla conoscenza, divulgazione e applicazione delle leggi/normative di settore, siano esse regionali o nazionali, con l’obiettivo di incrementare la percezione del rischio sismico e favorire adeguati e conseguenti comportamenti da parte dei cittadini.

(altro…)

“End of Waste”, requisiti ambientali per la classificazione

In data 28 maggio 2020 si è tenuto il webinar sulla valutazione dei requisiti ambientali ai fini della classificazione dello stato “End-of-Waste” dei rifiuti inerti. In attesa di uno specifico decreto ministeriale sull’End of Waste dei rifiuti inerti, un tavolo tecnico, coordinato dal Dipartimento di Ingegneria Civile Edile Ambientale dell’Università di Padova ha presentato una proposta per la definizione e valutazione dei requisiti ambientali per l’ottenimento della cessazione della qualifica di rifiuto dei cosiddetti “aggregati recuperati” derivati dal trattamento dei rifiuti inerti. (altro…)