Skip to content Skip to main navigation Skip to footer

Eventi

VIDEO INCONTRO – guida all’iscrizione all’Albo Unico nazionale dei CTU e dei periti (16 febbraio, ore 9.30-11.30)

Si terrà venerdì 16 febbraio dalle 9:30 alle 11:30 il VIDEO incontro in diretta streaming dedicato al supporto nella procedura di iscrizione all’Albo Unico nazionale dei CTU e dei periti.

In attuazione di quanto stabilito dal decreto ministeriale 4 agosto 2023 n.109 – la FOIV con gli Ordini provinciali del Veneto intende fornirti ulteriori indicazioni in vista dell’imminente avvio delle procedure di iscrizione al Portale del Ministero della Giustizia. La domanda di iscrizione all’Albo Unico CTU si dovrà inserire telematicamente mediante il link presente nell’area “Servizi” sotto la voce “Portale Albo CTU del Portale dei Servizi Telematici” nel sito Portale dei Servizi Telematici del Ministero della Giustizia | Home.
In questa fase, i professionisti già iscritti all’Albo dei CTU del Tribunale, per mantenere l’iscrizione, dovranno inserire un’apposita domanda entro il termine perentorio del 4 marzo 2024.

Al fine di condividere le eventuali difficoltà / dubbi / consigli la FOIV, insieme agli Ordini provinciali del Veneto, ha deciso di organizzare un VIDEO incontro nel quale verranno illustrati i vari passaggi che si rendono necessari per completare ed inviare telematicamente la domanda.

Relatore:
Ing. Leonardo Tesser, Componente Gruppo di Lavoro FOIV “Ingegneria forense”.

ISCRIZIONI entro il 14 febbraio:
per iscriverti compila il form su https://forms.gle/Nqh6APA6PoWKmRns8
Il link per il collegamento sarà trasmesso agli iscritti 24 ore prima il live streaming.
L’incontro è GRATUITO con un limite massimo di 250 partecipanti, pertanto in caso di assenza sarà obbligatorio comunicarlo tramite e-mail a segreteria@foiv.it per favorire la partecipazione

N.B. Si raccomanda di avere a disposizione per tale incontro:

  • Credenziali di accesso tramite SPID e/o chiavetta di firma digitale per accedere al portale Portale dei Servizi Telematici del Ministero della Giustizia | Home con preliminare verifica della loro funzionalità;
  • Credenziali di accesso tramite SPID e/o username e psw per accedere al portale MYing con preliminare verifica della loro funzionalità;
  • Dati relativi al proprio percorso formativo / professionale quali percorso di laurea, data di laurea, data di iscrizione all’Albo, numero di iscrizione, eventuali certificazioni e/o specializzazioni particolari conseguite, percorso lavorativo (curriculum quanto più aggiornato);
  • Dati relativi alla data di iscrizione all’Albo dei C.T.U. presso il Tribunale della Provincia di appartenenza e al numero di iscrizione;
  • Eventuale domanda di aggiornamento all’albo dei C.T.U. con indicate le materie di competenza e le specializzazioni secondo le tabelle Ministeriali per Consulenti Tecnici d’Ufficio.

L’iniziativa non gode del riconoscimento dei CFP- Crediti Formativi Professionali.

Evento realizzato a cura del Gruppo di Lavoro FOIV “Ingegneria forense”.

Iscrizioni aperte per la “Giornata di studio sui paesaggi abbandonati, marginali, periferici e rifiutati” in programma il 18 ottobre a Venezia

Sono aperte le iscrizioni alla “Giornata di studio sui paesaggi abbandonati, marginali, periferici e rifiutati“, prevista a Venezia, presso la sede di Ca’ Tron dell’Università IUAV, il prossimo 18 ottobre 2023.

L’iniziativa è rivolta ai tecnici professionisti iscritti agli ordini degli architetti/pianificatori, ingegneri, agronomi/forestali, geologi e agli albi professionali dei geometri e periti agrari, nonché ai tecnici della pubblica amministrazione.

Articolata in complessive 7 ore di seminario, intende affrontare il tema del recupero di vaste aree che, per una serie di motivi di carattere economico e/o sociale, hanno perso la loro funzione originaria. Nel considerare casi rilevanti, sia per dimensione dell’area coinvolta, sia per l’impegno tecnico ed economico richiesto per il recupero, la giornata di studio si sofferma in particolar modo sugli aspetti paesaggistici delle trasformazioni.

L’evento si svolgerà in forma mista, in presenza e a distanza, con un numero di partecipanti compreso tra un minimo di 20 ad un massimo di 100.

Agli ingegneri partecipanti IN PRESENZA a tutta la durata del seminario è previsto il riconoscimento di 6 CFP.

Per partecipare alla Giornata è necessario iscriversi utilizzando il link presente nella locandina o cliccando qui (iscrizioni da effettuarsi entro e non oltre il 16 ottobre ore 12:00).

Scarica qui la locandina dell’evento.

Scarica qui il programma completo.

Scarica qui il profilo dei relatori.

ATTI – convegno “Rischio idraulico, il Veneto in sicurezza?”

Analizzare l’alluvione dell’Emilia Romagna per approfondirne le cause, valutare le azioni di messa in sicurezza, riflettere sul rischio idraulico in Veneto. È stato questo l’obiettivo del convegno “Rischio idraulico, Veneto in sicurezza?” organizzato ieri pomeriggio a Marghera dalla Federazione degli Ordini degli Ingegneri del Veneto e dall’Ordine degli Ingegneri della Città Metropolitana di Venezia.

Oltre un centinaio gli ingegneri presenti da tutto il Veneto, segno dell’attualità di un tema sfidante che interessa direttamente anche il territorio regionale. Lo ha dimostrato Vaia e lo ha confermato l’alluvione del 2020. Servono azioni strutturali, è l’appello della categoria, nell’ottica di una sempre maggiore prevenzione.

Guarda il video integrale del convegno

Guarda le videointerviste

Scarica il comunicato stampa

Guarda la fotogallery

Scarica la locandina

“RISCHIO IDRAULICO: Veneto in sicurezza?” (11 luglio, Venezia Marghera)

Sono attesi 150 ingegneri al Convegno (iscrizione gratuita) sul tema “Rischio idraulico Veneto in sicurezza? Dall’alluvione in Emila Romagna alle prospettive di difesa dalle piene nel territorio Veneto”. Appuntamento martedì 11 luglio 2023 dalle ore 16:30 alle 19:30 presso l’Auditorium Cittadella dell’Edilizia, Via Banchina dell’Azoto,15 – Venezia – Marghera. Evento organizzato da FOIV Federazione Ordini Ingegneri Veneto e Commissione Difesa del Suolo dell’Ordine degli Ingegneri della Città Metropolitana di Venezia.

Il Convegno approfondisce le dinamiche dell’alluvione del maggio 2023 in Emilia-Romagna con il tragico bilancio di 15 morti, quasi 40.000 sfollati e oltre 8 miliardi di Euro di danni. Saranno illustrate le analisi degli esperti e le testimonianze di un evento alluvionale di eccezionale impatto, che ha modificato la morfologia del territorio e ha mobilitato risorse umane ed economiche da tutta Italia. Quanto accaduto chiede anche di valutare la situazione nel territorio Veneto, dove, a tanti anni dalla storica alluvione del ’66, le criticità sono ancora estese e diffuse, nonostante i numerosi e importanti interventi realizzati dalla Regione, soprattutto dopo la piena del 2010 e la Tempesta Vaia del 2018. La pianificazione a scala di bacino costituisce il principale strumento per la prevenzione dal dissesto idraulico e per la gestione del rischio con un focus sui temi della sostenibilità ambientale, del contenimento del consumo di suolo e della rigenerazione urbana, affermando quindi la centralità della pianificazione urbanistica nello sviluppo di un territorio.

Programma

Ore 16:30: saluti istituzionali

Paolo Gasparetto – Presidente Federazione Ordini degli Ingegneri del Veneto

Mariano Carraro – Presidente Ordine degli Ingegneri della Città Metropolitana di Venezia

Ore 16:35: indirizzi di riflessione

Giampaolo Bottacin – Assessore all’Ambiente, al Clima, alla Protezione civile e al Dissesto idrogeologico della Regione del Veneto

Marina Colaizzi – Segretario generale Autorità di Distretto Alto Adriatico

Felice Monaco – Consigliere CNI e Coordinatore della Struttura Tecnica Nazionale

Andrea Crestani – Direttore ANBI Veneto

Ore 17:15: relazioni tecniche

Moderatore: Andrea De Goetzen – Commissione Difesa del Suolo Ordine Ingegneri Venezia

Armando Brath – Docente di Costruzioni Idrauliche presso l’Università di Bologna “L’evento del maggio 2023 in Emilia Romagna”

Marco Albano – Capo Settore Opere Elettromeccaniche del Consorzio C.E.R. “Il supporto del C.E.R. alla Romagna alluvionata: dall’irrigazione alla bonifica straordinaria”

Vincenzo Artico – Direttore della Direzione Difesa del Suolo e della Costa della Regione del Veneto “Dall’alluvione del 2010 a oggi: gli interventi strutturali in Regione del Veneto”

Michele Ferri – Direttore per la Pianificazione e Tutela dal Rischio da Alluvioni dell’Autorità di Distretto Alpi Orientali “Un racconto diverso del PGRA del Distretto delle Alpi Orientali”

Giovanni Campeol – Già Docente di Valutazione Ambientale presso l’Università Iuav di Venezia “Il ruolo della valutazione ambientale nella pianificazione e della progettazione urbanistica nella prevenzione del rischio idraulico”

Manuel Benincà – Coldiretti Veneto “L’impatto sulle aziende agricole degli allagamenti da esondazione”

CREDITI FORMATIVI PROFESSIONALI

Agli Ingegneri che parteciperanno, per la durata di tutto l’evento, verranno riconosciuti 3 CFP per attività di formazione non formale.

Si fa presente che, ai sensi di quanto previsto dall’allegato A del Regolamento, la partecipazione a Convegni comporta un’attribuzione massima di 9 CFP annui.

Per iscrizione procedere attraverso il portale web della Fondazione Ingegneri Veneziani.

Scarica il programma.

ATTI – Mini webinar “La formazione su sicurezza e salute nei luoghi di lavoro: cosa cambia col nuovo accordo stato regioni previsto dalla l. 215/2021”

Si è svolto il 27 giugno il mini webinar dedicato al tema “La formazione su sicurezza e salute nei luoghi di lavoro: cosa cambia col nuovo accordo stato regioni previsto dalla l. 215/2021”.

Temi del mini webinar:

– Il nuovo accordo Stato-Regioni in materia di formazione sulla salute e sicurezza sul lavoro: orientamenti normativi

– Aggiornamenti sulla formazione di datori di lavoro, dirigenti, preposti, lavoratori e professionisti della sicurezza

Relatore:

dott. Fabrizio Turati, Componente Gruppo Nazionale Formazione, Coordinatore Gruppo Regionale Formazione Veneto e Coordinatore UOC SPISAL Az. ULSS 5 Polesana

Moderatore:

ing. Guido Cassella, Coordinatore Gruppo di Lavoro Sicurezza Federazione Ordini Ingegneri Veneto

L’incontro è realizzato a cura del Gruppo di Lavoro Sicurezza FOIV. Non gode del riconoscimento dei CFP e non è valido come aggiornamento sicurezza sul lavoro.

Scarica qui la locandina: https://shorturl.at/clvL6

Convegno “Territorio, infrastrutture, trasporti: progettiamo il futuro del Veneto” (Marghera, 26 maggio)

Gli ingegneri del Veneto guardano al futuro della regione e alle grandi prospettive che si aprono al tema dei trasporti e della mobilità. E lo fanno attraverso il convegno organizzato dalla Federazione FOIV dal titolo “Territorio, infrastrutture,  trasporti: progettiamo il futuro del Veneto”, in programma per il prossimo 26 maggio 2023 dalle 14:30 alle 17:00, in Auditorium della Cittadella dell’Edilizia, via Banchina dell’Azoto 15 Marghera (Ve).
Saranno presenti ospiti di rilievo, tra cui la Vicepresidente della Regione del Veneto e Assessore Infrastrutture e Trasporti, Elisa De Berti,  oltre ai rappresentanti delle categorie economiche del Veneto.

Sarà dunque l’occasione per riflettere e discutere sui temi dello sviluppo e della digitalizzazione della logistica e della mobilità del futuro.

L’evento, organizzato dalla FOIV – Federazione Ordine degli Ingegneri del Veneto in collaborazione con l’Ordine degli Ingegneri della Città metropolitana di Venezia, è patrocinato da Consiglio Nazionale degli Ingegneri, Regione del Veneto, Confindustria Veneto, ANCE Veneto e CUP Veneto.

Saranno riconosciuti 2 CFP con frequenza al 100% della durata del convegno. Il convegno è gratuito con obbligo di iscrizione.

Se sei INGEGNERE iscrizioni su: https://bit.ly/3VXbmGQ (Per iscriversi è necessario registrarsi presso la Fondazione Ingegneri Veneziani. La procedura non comporta oneri)

Per tutte le altre CATEGORIE iscrizioni su:  https://bit.ly/41CQ4PJ

Scarica la locandina.

LookING for Future: alla Ricerca del Futuro, con lo sguardo dell’Ingegneria

L’Ordine degli Ingegneri della Provincia di Vicenza e il Dipartimento di Ingegneria Industriale dell’Università degli Studi di Padova, con il patrocinio del Consiglio Nazionale degli Ingegneri, organizzano a Vicenza un evento tecnico-divulgativo sulle nuove frontiere della tecnologia.

L’appuntamento, aperto a professionisti e a tutta la cittadinanza, con ingresso gratuito, è per giovedì 18 maggio 2023, ore 17.30–20.00, nel Palazzo delle opere Sociali, a Vicenza in Piazza Duomo 2.

L’iniziativa parte dall’idea di presentare e rendere accessibile a tutti ciò che accade nei meandri dei laboratori universitari, tra le avanguardie della ricerca scientifica e le più avanzate frontiere dell’applicazione industriale. Un mondo apparentemente esclusivo e difficile da decifrare, ma basta aprire le porte e usare un linguaggio adeguato ed ecco che si può offrire a tutti, addetti ai lavori e non, la possibilità di esplorarlo. Con la convinzione che sia bello raccontare l’ingegneria del futuro e che nel contempo sia doveroso prospettare scenari che domani potrebbero entrare nella vita di tutti, cambiandola, migliorandola o comunque influenzandola.

Su questa idea si sono incontrati l’Ordine degli Ingegneri della Provincia di Vicenza, con la Presidente ing. Tania Balasso, ed il Dipartimento di Ingegneria Industriale dell’Università di Padova, con la Direttrice Prof.ssa Stefania Bruschi.

Ne è scaturito un programma di interventi che venerdì 18 maggio sarà presentato nella suggestiva cornice del Palazzo delle Opere Sociali, in centro storico a Vicenza.

Stefania Bruschi, Ingegnere dei Materiali, Direttrice del DII – UNIPD, parlerà di “MATERIALI ED ALLEGGERIMENTO NELLA MOBILITÀ SOSTENIBILE”

Usare materiali leggeri ma prestazionali è essenziale nell’industria dei trasporti per rispondere alle esigenze di riduzione dei pesi dei veicoli, pur mantenendo elevati standard di sicurezza. La produzione di componenti realizzati con tali materiali necessita però la rivisitazione di tecnologie manifatturiere esistenti oppure lo sviluppo di nuove dedicate, in un’ottica di ingegneria concorrente materiale-prodotto-processo.

 Elisa Cimetta, Ingegnere Chimico, Professoressa associata dell’Università di Padova, parlerà di “COME PUÒ L’INGEGNERE INDUSTRIALE MIGLIORARE LA SALUTE UMANA?”

Le tecniche e principi dell’Ingegneria Chimica e lo studio di cellule e tessuti biologici sembrano appartenere a due mondi molto lontani: in realtà sono legati da un linguaggio comune che consente di scrivere pagine fondamentali nello sviluppo di nuove cure e nel miglioramento della salute dell’uomo.

Michele Modesti, Ingegnere Chimico, Professore ordinario dell’Università di Padova, parlerà di “IL RICICLO DELLE MATERIE PLASTICHE: UTOPIA O REALTÀ?”

I rifiuti, in particolare quelli plastici, sono una risorsa o un problema? Con le materie plastiche si può raggiungere la circolarità come chiede l’Europa? Si tratta di questioni cruciali, che riguardano il nostro presente e il prossimo futuro, alle quali deve essere data in tempi brevi una chiara risposta.

Fabio Bignucolo, Ingegnere Elettrico, Professore associato dell’Università di Padova, parlerà di “COME L’UTENTE ELETTRICO PUÒ DIVENTARE PROTAGONISTA DELLA TRANSIZIONE ENERGETICA”

Gli utenti elettrici possono giocare un ruolo strategico nello sviluppo dei sistemi. La transizione energetica passa anche per il loro coinvolgimento nella regolazione della rete, con possibili linee di sviluppo e business che diventano sempre più concrete e applicabili. Dai progetti UVAM alle comunità energetiche, dalla remunerazione della flessibilità all’ottimizzazione delle strutture di ricarica a servizio della rete di distribuzione.

Paolo Mocellin, Ingegnere Chimico, Ricercatore dell’Università di Padova, parlerà di “SOSTENIBILE E SICURO: PROMUOVERE UN APPROCCIO DI SISTEMA ALLE NUOVE SFIDE”

Il percorso della sostenibilità verso un’economia a basso impatto di carbonio non può trascurare i temi legati alla sicurezza. Infatti, sviluppare nuove tecnologie ed utilizzare vettori energetici intrinsecamente sicuri nonché costruire infrastrutture resilienti significa concretizzare modelli sostenibili di sviluppo che portino reale beneficio ai diversi attori della sostenibilità.

In apertura porteranno un saluto la Presidente dell’Ordine degli Ingegneri della Provincia di Vicenza, Tania Balasso, il Vice Presidente Vicario del Consiglio Nazionale Ingegneri, Remo Vaudano, ed il Consigliere del Consiglio Nazionale Ingegneri – Delegato per la Formazione, Luca Scappini.

Il convegno sarà moderato dal Vice Presidente dell’Ordine degli Ingegneri della Provincia di Vicenza, Alberto Vicentin, Ingegnere Chimico e Giornalista.

L’evento sarà solo in presenza e aperto a tutti, fino ad esaurimento dei posti disponibili, con iscrizione obbligatoria:
– per gli iscritti all’Ordine – 2 CFP – mediante il portale https://www.isiformazione.it
– per tutta la cittadinanza (partecipanti non iscritti all’Ordine) mediante il link: https://www.eventbrite.it/e/biglietti-looking-for-future-alla-ricerca-del-futuro-600152240507

Qui la locandina ufficiale.

Ciclo di eventi celebrativi del Centenario dell’Ordine degli Ingegneri di Padova

L’Ordine degli Ingegneri di Padova celebra i 100 anni dalla sua fondazione con un ciclo di incontri aperti anche alla cittadinanza dal titolo “LA CITTA’ IN RETE | IL FUTURO ADESSO”

Il 19 aprile e il 19 maggio p.v. alle ore 18.00 presso l’auditorium della Sede dell’Ordine e in streaming, si terranno due incontri di avvicinamento all’evento celebrativo dei 100 anni dell’Ordine, in programma il 19 giugno p.v. nella prestigiosa cornice del Palazzo dell Ragione di Padova, che vedrà la partecipazione di importanti Ospiti Istituzionali Nazionali e del Mondo Politico, rinomati esperti e rappresentanti delle categorie Professionali.

In occasione degli incontri di avvicinamento, cittadini ed addetti ai lavori potranno fornire i loro quesiti, spunti di riflessione e temi di discussione che verranno poi sviluppati e approfonditi nel Talk del 19 giugno p.v. 

Gli incontri sono gratuiti e prevedono il riconoscimento dei CFP agli Ingegneri iscritti all’Albo

ISCRIZIONI:
Per partecipare in presenza (posti limitati) iscriversi al link: https://fip.ing4.it/ISFormazione-FIP/faces/dettagli-corso.xhtml?idCorso=3327
Per partecipare in streaming iscriversi al link: https://fip.ing4.it/ISFormazione-FIP/faces/dettagli-corso.xhtml?idCorso=3328
Per ulteriori informazioni scrivere a comunicazione@pd.ordineingegneri.it

Qui la cartolina dell’iniziativa.

Acque alte di Venezia: il 3 febbraio l’evento degli Ingegneri sulla difesa della Basilica di San Marco e l’insula Marciana

Ingegneri a convegno venerdì 3 febbraio 2023 ore 14.30 a Venezia, Ateneo Veneto di Campo San Fantin, sull’importante tema della difesa di Venezia dalle acque alte e il suo principale simbolo, ovvero la Basilica di San Marco. Per comprendere l’impatto sempre più grave dei cambiamenti climatici c’è un dato che fa riflettere: in 1200 anni di storia l’interno della Basilica è stato sommerso sei volte dall’acqua salata, tre di queste negli ultimi 20 anni.

“L’Ordine degli Ingegneri di Venezia ha sempre posto attenzione alle opere di difesa dalle acque alte della città capoluogo – spiega Mariano Carraro, presidente dell’Ordine Ingegneri Venezianon solo per la rilevanza nazionale e internazionale che la stessa presenta, ma anche per gli aspetti tecnico-ingegneristici che si sono dovuti via via affrontare”.

“Oltre al MoSE, che difende la città dalle acque alta sopra ai 110 cm, sono di straordinario interesse anche le opere che sono state recentemente realizzate per difendere la Basilica di San Marco. Essa si trova a una quota di imposta ben inferiore ai 110 cm e quindi è soggetta alle acque medie, che pure provocano non pochi danni ai suoi marmi e alle sue strutture millenarie. È quindi altrettanto interessante – sottolinea Carraro – conoscere i dettagli tecnici dell’operazione che è stata messa in campo dalla Procuratoria di San Marco e dagli altri soggetti, enti e istituzioni, che consentiranno a quest’opera, che è sotto gli occhi del mondo, di essere conservata nel miglior modo possibile, con le tecnologie che oggi possono essere impiegate”.

È con questo intendimento che l’Ordine Ingegneri della Città Metropolitana di Venezia ha organizzato per il pomeriggio del 3 febbraio 2023, all’Ateneo Veneto, Venezia, il convegno “La difesa dalle acque alte della Basilica di San Marco e dell’Insula Marciana” cui tutti sono invitati a partecipare.

Il rilascio dell’Attestato di frequenza darà diritto ad acquisire 3 CFP. Si fa presente che, ai sensi di quanto previsto dall’allegato A del Regolamento, la partecipazione a Convegni comporta un’attribuzione massima di 9 CFP annui. Per ricevere l’Attestato di frequenza è obbligatoria la presenza per tutta la durata dell’evento. La partecipazione al convegno è riservata agli iscritti all’Ordine degli Ingegneri della Città Metropolitana di Venezia. L’accettazione dell’adesione da parte dell’Ordine del Collegio e della Fondazione sarà comunque sempre discrezionale e quindi non automatica.

Qui il programma completo.

Qui il link per iscriversi.

Il 14 novembre in programma un seminario sulle capacità portanti dei terreni

Si intitola “Fondazioni superficiali – Capacita’ portante e cedimenti in condizioni statiche e in condizioni sismiche” il seminario organizzato dall’Ordine degli Ingegneri di Rovigo e Provincia che si terrà il prossimo 14 novembre dalle ore 14:30 alle ore 18:30 in modalità webinar e che vedrà come docente l’ing. Riccardo Zoppellaro.

(altro…)
My Agile Privacy
Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione. Cliccando su accetta si autorizzano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su rifiuta o la X si rifiutano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su personalizza è possibile selezionare quali cookie di profilazione attivare.
Attenzione: alcune funzionalità di questa pagina potrebbero essere bloccate a seguito delle tue scelte privacy