Categoria: Comunicati stampa

“La voce degli ingegneri”

La FOIV – Federazione degli Ordini degli Ingegneri del Veneto organizza domani, venerdì 16 febbraio un incontro con i candidati al Parlamento in vista delle elezioni politiche del 4 marzo, dal titolo “La voce degli ingegneri”.

L’obiettivo è di favorire un momento di informazione e confronto sulle tematiche che riguardano la professione, con particolare attenzione ai temi dell’economia e del lavoro, dialogando con chi sarà incaricato per i prossimi di 5 anni di rappresentare il Veneto e a farsi portavoce delle sue istanze a Roma.

L’incontro si svolgerà presso l’Auditorium della Cittadella dell’Edilizia, in via Banchina dell’Azoto 15 a Marghera dalle ore 10:00 alle 12:00. Sono stati invitati a partecipare tutti i candidati veneti.

Questo il programma:

ore 10:00 Relazione introduttiva
presidente FOIV, Gian Pietro Napol

ore 10:15 Tavola rotonda con i candidati veneti al Parlamento
conduce la giornalista Micaela Faggiani

Intervengono*:
Bartolomeo Amidei, Fratelli d’Italia 
Pier Paolo Baretta, Partito Democratico
Andrea Causin, Forza Italia 
Emanuele Cozzolino, Movimento 5 stelle
Mario Dalla Tor, Civica Popolare 
Michele Mognato, Liberi e Uguali
Vania Prataviera, Noi con l’Italia
Gian Paolo Vallardi, Lega Nord

*Sono state invitate tutte le liste che si presenteranno alle elezioni. 
Altri candidati in attesa di conferma.

Ore 12:00 aperitivo

Scarica il Comunicato Stampa

Correttivo del Nuovo Codice Appalti, venerdì 15 dicembre a Venezia nuovo appuntamento del ciclo di seminari per ingegneri

Giunge domani venerdì 15 dicembre alla tappa veneziana dedicata al RUP, Responsabile Unico del Procedimento, il secondo ciclo di seminari sul Nuovo Codice Appalti, organizzato dalla FOIV – Federazione degli Ordini degli Ingegneri del Veneto. L’iniziativa, che coinvolge tutti gli ordini territoriali della regione, avrà luogo presso il Centro Card. Urbani in via Visinoni, 4 a Zelarino (VE) dalle 14:30 alle ore 17:30.

La seconda edizione del ciclo d’incontri nasce per la necessità di fare il punto sulle novità introdotte dal decreto correttivo. Infatti, a distanza di quasi un anno dalla pubblicazione del Nuovo Codice Appalti, il Governo ha provveduto, attraverso il decreto legislativo 19 aprile 2017, n. 56, a una sostanziale riscrittura di numerose disposizioni contenute nel precedente testo. Gli incontri saranno mirati sui diversi argomenti, e offriranno l’occasione per esaminare, con il contributo di esperti  in materie ingegneristiche e giuridiche, e rappresentanti della Regione Veneto, i risvolti concreti sulla vita professionale degli ingegneri dipendenti delle amministrazioni pubbliche e liberi professionisti che interagiscono con la PA.

“Anche se i punti di criticità sono molti, il correttivo recepisce alcune proposte che gli Organi rappresentativi della nostra e delle altre professioni hanno presentato sui tavoli nazionali – sottolinea il presidente della FOIV Gian Pietro Napol –, a riprova che fare sistema è l’unica strada per risolvere almeno qualcuna delle numerose criticità con cui quotidianamente ci misuriamo. Per quanto riguarda il nuovo disposto normativo, nella sua globalità, è essenziale conoscerne ed approfondirne i dettagli, per poter assumere comportamenti conformi e adottare scelte progettuali e procedimentali adeguate e fattive”.

Il prossimo e ultimo appuntamento, il Seminario riepilogativo degli incontri, si terrà a Rovigo il 25 gennaio 2018, luogo da definire.

Scarica il Comunicato Stampa

Numero chiuso ingegneria, Foiv: “Bisogna incentivare e sostenere gli indirizzi scientifici per rispondere alla esigenze del mercato”

“Sono pienamente d’accordo con l’assessore Donazzan quando definisce l’introduzione del numero chiuso alla Facoltà di Ingegneria una scelta miope e in controtendenza con le esigenze del mondo del lavoro” così il presidente della FOIV– Federazione Ordini degli Ingegneri del Veneto Gian Pietro Napol in merito alla decisione del Senato accademico del Bo’.
“Bisogna al contrario incentivare e sostenere gli indirizzi scientifici, e specialmente quelli di Ingegneria, per rispondere alle esigenze del mercato. È di pochi giorni fa la notizia di un’azienda che voleva assumere ingegneri ma non li trovava. E non è un caso isolato. Se questa è la situazione il numero chiuso non è certo la risposta”.

Correttivo del Nuovo Codice Appalti, giovedì 23 novembre arriva a Treviso il ciclo di seminari per ingegneri

Arriva a Treviso domani, giovedì 23 novembre, il secondo ciclo di seminari sul Nuovo Codice Appalti, organizzato dalla FOIV – Federazione degli Ordini degli Ingegneri del Veneto. Un’iniziativa che coinvolge tutti gli ordini territoriali della Regione e che a Treviso avrà luogo nella sede dell’Ordine degli Ingegneri provinciale (Prato Fiera 23) dalle ore 15:00 alle 18:00).

La seconda edizione del ciclo d’incontri nasce per la necessità di fare il punto sulle novità introdotte dal decreto correttivo. Infatti, a distanza di quasi un anno dalla pubblicazione del Nuovo Codice Appalti, il Governo ha provveduto, attraverso il decreto legislativo 19 aprile 2017, n. 56, a una sostanziale riscrittura di numerose disposizioni contenute nel precedente testo. Gli incontri saranno mirati sui diversi argomenti, e offriranno l’occasione per esaminare, con il contributo di esperti  in materie ingegneristiche e giuridiche, e rappresentanti della Regione Veneto, i risvolti concreti sulla vita professionale degli ingegneri dipendenti delle amministrazioni pubbliche e liberi professionisti che interagiscono con la PA.

“Anche se i punti di criticità sono molti, il correttivo recepisce alcune proposte che gli Organi rappresentativi della nostra e delle altre professioni hanno presentato sui tavoli nazionali – sottolinea il presidente della FOIV Gian Pietro Napol –, a riprova che fare sistema è l’unica strada per risolvere almeno qualcuna delle numerose criticità con cui quotidianamente ci misuriamo. Per quanto riguarda il nuovo disposto normativo, nella sua globalità, è essenziale conoscerne ed approfondirne i dettagli, per poter assumere comportamenti conformi e adottare scelte progettuali e procedimentali adeguate e fattive”.

A seguire il calendario dei prossimi appuntamenti:

  • Venezia, 15 dicembre 2017, RUP, RESPONSABILE UNICO DEL PROCEDIMENTO, presso Centro Card. Urbani, via Visinoni, 4 – Zelarino (VE)
  • Rovigo, 25 gennaio 2018, SEMINARIO RIEPILOGATIVO DEGLI INCONTRI, luogo da definire

Scarica il Comunicato Stampa

Correttivo del Nuovo Codice Appalti, giovedì 16 novembre a Belluno nuova tappa del ciclo di seminari per ingegneri

Nuova tappa per il secondo ciclo di seminari sul Nuovo Codice Appalti, organizzato dalla FOIV – Federazione degli Ordini degli Ingegneri del Veneto, coinvolgendo tutti gli ordini territoriali della regione. Giovedì 16 novembre un nuovo incontro per ingegneri a Belluno (presso la Sala Parrocchiale di Cavarzano, via Castellani, 1 – ore 15:00 – 18:00).

La seconda edizione del ciclo d’incontri nasce per la necessità di fare il punto sulle novità introdotte dal decreto correttivo. Infatti, a distanza di quasi un anno dalla pubblicazione del Nuovo Codice Appalti, il Governo ha provveduto, attraverso il decreto legislativo 19 aprile 2017, n. 56, a una sostanziale riscrittura di numerose disposizioni contenute nel precedente testo. Gli incontri saranno mirati sui diversi argomenti, e offriranno l’occasione per esaminare, con il contributo di esperti  in materie ingegneristiche e giuridiche, e rappresentanti della Regione Veneto, i risvolti concreti sulla vita professionale degli ingegneri dipendenti delle amministrazioni pubbliche e liberi professionisti che interagiscono con la PA.

“Anche se i punti di criticità sono molti, il correttivo recepisce alcune proposte che gli Organi rappresentativi della nostra e delle altre professioni hanno presentato sui tavoli nazionali – sottolinea il presidente della FOIV Gian Pietro Napol –, a riprova che fare sistema è l’unica strada per risolvere almeno qualcuna delle numerose criticità con cui quotidianamente ci misuriamo. Per quanto riguarda il nuovo disposto normativo, nella sua globalità, è essenziale conoscerne ed approfondirne i dettagli, per poter assumere comportamenti conformi e adottare scelte progettuali e procedimentali adeguate e fattive”.

A seguire il calendario dei prossimi appuntamenti:

• Treviso, 23 novembre 2017, SERVIZI DI INGEGNERIA E ARCHITETTURA, presso Ordine Ingegneri di Treviso, via Prato di Fiera, 23 – Treviso

• Venezia, 15 dicembre 2017, RUP, RESPONSABILE UNICO DEL PROCEDIMENTO, presso Centro Card. Urbani, via Visinoni, 4 – Zelarino (VE)

• Rovigo, 25 gennaio 2018, SEMINARIO RIEPILOGATIVO DEGLI INCONTRI, luogo di definire

Scarica il Comunicato Stampa

Correttivo del Nuovo Codice Appalti, domani, giovedì 9 novembre, a Vicenza terza tappa del ciclo di seminari per ingegneri

Arriva a Vicenza il secondo ciclo di seminari sul Nuovo Codice Appalti, organizzato dalla FOIV – Federazione degli Ordini degli Ingegneri del Veneto, coinvolgendo tutti gli ordini territoriali della regione. La terza tappa, dopo Verona e Padova, si terrà giovedì 9 novembre dalle ore 15 alle ore 18 presso l’Ordine Ingegneri di Vicenza (via Luigi Massignan 4/b).

La seconda edizione del ciclo d’incontri nasce per la necessità di fare il punto sulle novità introdotte dal decreto correttivo. Infatti, a distanza di quasi un anno dalla pubblicazione del Nuovo Codice Appalti, il Governo ha provveduto, attraverso il decreto legislativo 19 aprile 2017, n. 56, a una sostanziale riscrittura di numerose disposizioni contenute nel precedente testo. Gli incontri saranno mirati sui diversi argomenti, e offriranno l’occasione per esaminare, con il contributo di esperti  in materie ingegneristiche e giuridiche, e rappresentanti della Regione Veneto, i risvolti concreti sulla vita professionale degli ingegneri dipendenti delle amministrazioni pubbliche e liberi professionisti che interagiscono con la PA.

“Anche se i punti di criticità sono molti, il correttivo recepisce alcune proposte che gli Organi rappresentativi della nostra e delle altre professioni hanno presentato sui tavoli nazionali – sottolinea il presidente della FOIV Gian Pietro Napol –, a riprova che fare sistema è l’unica strada per risolvere almeno qualcuna delle numerose criticità con cui quotidianamente ci misuriamo. Per quanto riguarda il nuovo disposto normativo, nella sua globalità, è essenziale conoscerne ed approfondirne i dettagli, per poter assumere comportamenti conformi e adottare scelte progettuali e procedimentali adeguate e fattive”.

A seguire il calendario dei prossimi appuntamenti:

• Belluno, 16 novembre 2017, GARE PER L’AFFIDAMENTO DEGLI INCARICHI DEI SERVIZI DI INGEGNERIA, presso la Sala Parrocchiale di Cavarzano, via Castellani, 1 – Belluno

• Treviso, 23 novembre 2017, SERVIZI DI INGEGNERIA E ARCHITETTURA, presso Ordine Ingegneri di Treviso, via Prato di Fiera, 23 – Treviso

• Venezia, 15 dicembre 2017, RUP, RESPONSABILE UNICO DEL PROCEDIMENTO, presso Centro Card. Urbani, via Visinoni, 4 – Zelarino (VE)

• Rovigo, 25 gennaio 2018, SEMINARIO RIEPILOGATIVO DEGLI INCONTRI, luogo di definire

Scarica il Comunicato Stampa

Correttivo del Nuovo Codice Appalti, lunedì 6 novembre a Padova seconda tappa del ciclo di seminari per ingengeri

Arriva a Padova il secondo ciclo di seminari sul Nuovo Codice Appalti, organizzato dalla FOIV – Federazione degli Ordini degli Ingegneri del Veneto, coinvolgendo tutti gli ordini territoriali della regione. La seconda tappa, dopo il seminario di apertura di Verona, si terrà lunedì 6 novembre dalle ore 15 alle ore 18 presso l’Ordine Ingegneri di Padova (piazza Salvemini 2).

La seconda edizione del ciclo d’incontri nasce per la necessità di fare il punto sulle novità introdotte dal decreto correttivo. Infatti, a distanza di quasi un anno dalla pubblicazione del Nuovo Codice Appalti, il Governo ha provveduto, attraverso il decreto legislativo 19 aprile 2017, n. 56, a una sostanziale riscrittura di numerose disposizioni contenute nel precedente testo. Gli incontri saranno mirati sui diversi argomenti, e offriranno l’occasione per esaminare, con il contributo di esperti  in materie ingegneristiche e giuridiche, e rappresentanti della Regione Veneto, i risvolti concreti sulla vita professionale degli ingegneri dipendenti delle amministrazioni pubbliche e liberi professionisti che interagiscono con la PA.

“Anche se i punti di criticità sono molti, il correttivo recepisce alcune proposte che gli Organi rappresentativi della nostra e delle altre professioni hanno presentato sui tavoli nazionali – sottolinea il presidente della FOIV Gian Pietro Napol –, a riprova che fare sistema è l’unica strada per risolvere almeno qualcuna delle numerose criticità con cui quotidianamente ci misuriamo. Per quanto riguarda il nuovo disposto normativo, nella sua globalità, è essenziale conoscerne ed approfondirne i dettagli, per poter assumere comportamenti conformi e adottare scelte progettuali e procedimentali adeguate e fattive”.

A seguire il calendario dei prossimi appuntamenti:

• Vicenza, 9 novembre 2017 GARE PER L’AFFIDAMENTO DEGLI INCARICHI DEI SERVIZI DI INGEGNERIA, presso Ordine Ingegneri di Vicenza, via L. Massignan  4/b – Vicenza

• Belluno, 16 novembre 2017, GARE PER L’AFFIDAMENTO DEGLI INCARICHI DEI SERVIZI DI INGEGNERIA, presso la Sala Parrocchiale di Cavarzano, via Castellani, 1 – Belluno

• Treviso, 23 novembre 2017, SERVIZI DI INGEGNERIA E ARCHITETTURA, presso Ordine Ingegneri di Treviso, via Prato di Fiera, 23 – Treviso

• Venezia, 15 dicembre 2017, RUP, RESPONSABILE UNICO DEL PROCEDIMENTO, presso Centro Card. Urbani, via Visinoni, 4 – Zelarino (VE)

• Rovigo, 25 gennaio 2018, SEMINARIO RIEPILOGATIVO DEGLI INCONTRI, luogo di definire

Scarica il Comunicato Stampa

CORRETTIVO DEL NUOVO CODICE APPALTI, RIPARTITO IL CICLO DI SEMINARI PER INGEGNERI

Dopo il successo della prima edizione, riparte da Verona il secondo ciclo di seminari sul Nuovo Codice Appalti, organizzato dalla FOIV – Federazione degli Ordini degli Ingegneri del Veneto, coinvolgendo tutti gli ordini territoriali della regione. Prima tappa, quella  con l’incontro dedicato ai Servizi di Ingegneria e Architettura che si terrà giovedì 19 ottobre dalle ore 10 alle ore 13 presso l’Ordine Ingegneri di Verona, via Santa Teresa 12.

La seconda edizione del ciclo d’incontri nasce per la necessità di fare il punto sulle novità introdotte dal decreto correttivo. Infatti, a distanza di quasi un anno dalla pubblicazione del Nuovo Codice Appalti, il Governo ha provveduto, attraverso il decreto legislativo 19 aprile 2017, n. 56, a una sostanziale riscrittura di numerose disposizioni contenute nel precedente testo. Gli incontri saranno mirati sui diversi argomenti, e offriranno l’occasione per esaminare, con il contributo di esperti  in materie ingegneristiche e giuridiche, e rappresentanti della Regione Veneto, i risvolti concreti sulla vita professionale degli ingegneri dipendenti delle amministrazioni pubbliche e liberi professionisti che interagiscono con la PA.

“Anche se i punti di criticità sono molti, il correttivo recepisce alcune proposte che gli Organi rappresentativi della nostra e delle altre professioni hanno presentato sui tavoli nazionali – sottolinea il presidente della FOIV Gian Pietro Napol–, a riprova che fare sistema è l’unica strada per risolvere almeno qualcuna delle numerose criticità con cui quotidianamente ci misuriamo. Per quanto riguarda il nuovo disposto normativo, nella sua globalità, è essenziale conoscerne ed approfondirne i dettagli, per poter assumere comportamenti conformi e adottare scelte progettuali e procedimentali adeguate e fattive”.
A seguire il calendario dei prossimi appuntamenti:

  • Padova, 6 novembre 2017, COMPITI DEL DIRETTORE DEI LAVORI E DEL DIRETTORE DELL’ESECUZIONE Ordine Ingegneri di Padova, p.zza Salvemini, 2 
  • Vicenza, 9 novembre 2017 GARE PER L’AFFIDAMENTO DEGLI INCARICHI DEI SERVIZI DI INGEGNERIA, Ordine Ingegneri di Vicenza, via Luigi Massignan, 4/b
  • Belluno, 16 novembre 2017, GARE PER L’AFFIDAMENTO DEGLI INCARICHI DEI SERVIZI DI INGEGNERIA,  Sala Parrocchiale di Cavarzano via Castellani, 1 – Belluno
  • Treviso, 23 novembre 2017, SERVIZI DI INGEGNERIA E ARCHITETTURA, Ordine Ingegneri di Treviso, via Prato di Fiera, 23 
  • Venezia, 15 dicembre 2017, RUP, RESPONSABILE UNICO DEL PROCEDIMENTO, Centro Card. Urbani, via Visinoni, 4 – Zelarino (VE)
  • Rovigo, 25 gennaio 2018, SEMINARIO RIEPILOGATIVO DEGLI INCONTRI, Consorzio di Bonifica Adige Po, Piazza Giuseppe Garibaldi, 8

Scarica il Comunicato Stampa

La classificazione sismica degli edifici esistenti, mercoledì 19 luglio a Padova nuova tappa del ciclo di incontri formativi per ingegneri

Continua il ciclo di incontri formativi “La classificazione sismica degli edifici esistenti”, organizzato da FOIV (Federazione degli Ordini degli Ingegneri del Veneto) in collaborazione con gli Ordini provinciali e patrocinato dall’ISI – Associazione Ingegneria Sismica Italiana, sul cosiddetto decreto “Sisma-Bonus”. Dopo le tappe di Venezia, Treviso e Belluno il ciclo di incontri arriva a Padova (sede dell’Ordine degli Ingegneri di Padova, piazza Salvemini, orario 15:00 – 19:00).

Un tema estremamente attuale, quello proposto dal corso, che intende fornire un valido contributo agli ingegneri strutturisti chiamati a esprimersi in fase di prevenzione. “Con la legge di bilancio 2017 – spiega il presidente FOIV Gian Pietro Napol –, il Governo ha prorogato al 31/12/2021 la detrazione per gli interventi di ristrutturazione ai fini del miglioramento o dell’adeguamento antisismico e per la messa in sicurezza degli edifici, con importanti novità sia per quanto riguarda la percentuale di detrazione, sia la ripartizione annuale, sia l’estensione delle zone dove è possibile usufruirne”.  La detrazione del 50% fino a 96mila euro per unità immobiliare, da ripartire in 5 annualità, è stata infatti elevata al 70%-80%, nel caso in cui dagli interventi derivi una diminuzione di 1 o 2 classi di rischio. Se gli interventi riguardano parti comuni di edifici condominiali, la detrazione dell’imposta sale addirittura al 75%-85%.

L’accesso a tali detrazioni è tuttavia subordinato all’attestazione, da parte di professionisti abilitati, dell’efficacia degli interventi effettuati. “È dunque per agevolare e uniformare i comportamenti dei propri iscritti, chiamati a progettare e attestare l’efficacia degli interventi – aggiunge il presidente Napol –, che FOIV ha organizzato in tutti e sette gli Ordini provinciali questi corsi di aggiornamento, secondo quanto riportato negli allegati alle linee guida, di cui al D.M. n. 65 del 07/03/2017”.

Il calendario degli incontri prosegue con le seguenti date:

• Verona, martedi 12 settembre 2017 orario 15:00-19:00 presso sede Ordine Ingegneri di Verona, Via Santa Teresa, 12 – Verona

• Vicenza, venerdì 20 ottobre 2017 orario 15:00-19:00 presso sede Ordine degli Ingegneri di Vicenza, via L. Massignan, 4/B – Vicenza

• Rovigo, data da definire, ottobre 2017 orario da definire presso sede Ordine Ingegneri di Rovigo, Via L. Baruchello, 6/6 – Rovigo.

Scarica il Comunicato Stampa

Industria 4.0, oggi pomeriggio pienone al Bo per il convegno Foiv

Si è svolto questo pomeriggio a Padova in un’affollata Aula Nievo, presso il Palazzo del Bo il convegno “Industria 4.0: rivoluzione industriale e professionale” organizzato da FOIV Federazione degli Ordini degli Ingegneri del Veneto, in collaborazione con l’Università di Padova e Confindustria Veneto, nella giornata di apertura del prestigioso Galileo Festival, manifestazione internazionale dedicata ai temi dell’innovazione.

“Per accompagnare le imprese nell’Industria 4.0 – ha esordito il presidente di FOIV Gian Pietro Napol – servono professionisti preparati, visto che la tecnologia corre a gran velocità e il rischio di non riuscire a mantenere il passo è concreto. Si tratta quindi di una sfida che dobbiamo assolutamente vincere, e per farlo c’è bisogno di fare squadra tra amministrazioni pubbliche, università, imprese e professionisti”.

“Mi rifiuto di ragionare sul futuro delle fabbriche utilizzando modelli di visione novecenteschi: queste tecnologie diventeranno compagne di strada: non c’è da avere nessuna paura” ha affermato Annalisa Magone, giornalista e presidente di Torino Nord Ovest, centro di ricerca che si occupa di imprese, lavoro e innovazione e autrice di “Industria 4.0. Uomini e macchine nella fabbrica digitale”.

Stefano Miotto, responsabile per le politiche Industriali, la Ricerca e l’Innovazione di Confindustria Veneto ha quindi aggiunto: “In un quadro di frammentazione generale, con tanti piccoli player, abbiamo l’esperienza di moltissime aziende che hanno inserito elementi di automazione e digitalizzazione tali da farle entrare nel mondo 4.0. Si tratta di prendere questi esempi e diffonderli”.

Un punto di vista accademico è stato offerto dal prof. Fabrizio Dughiero, prorettore al trasferimento tecnologico e ai rapporti con le imprese dell’Università di Padova: “Se alcune lauree triennali possono davvero formare in maniera professionalizzante (es. meccatronica), dall’altro è necessario creare percorsi alternativi in collaborazione con le aziende”.

Sull’aspetto della formazione è intervenuto anche l’ing. Andrea Falsirollo, vice presidente degli Ingegneri del Veneto con delega per il settore industriale: “I laureati in Ingegneria sono in media più preparati ad affrontare l’Industria 4.0: con la collaborazione professionista/azienda è possibile accogliere le nuove sfide del mercato. Vanno però evidenziate alcune criticità: in primis il numero insufficiente di professionisti e la conseguente difficoltà a trovare figure specializzate. Per questo motivo è nata una collaborazione con Confindustria per predisporre un elenco di tecnici specializzati da mettere a disposizione delle aziende associate. Questa mancanza di professionisti potrebbe essere colmata anche attraverso un’iniziativa di sostegno economico da parte del Governo, in modo da valorizzare non solo l’ammodernamento tecnologico, ma anche l’introduzione di figure come l’ingegnere che supporti l’azienda in una vera riconversione in ottica 4.0”.

“Mi piace parlare di Impresa 4.0 più che di Industria 4.0 – ha affermato Renato Mason, segretario della CGIA di Mestre –. Bisogna cambiare anche la società: per questo ritengo si dovrebbe parlare di società4.0 e certamente anche scuola4.0. A questo proposito lancio una provocazione: perché non prendiamo insegnanti dal mondo dell’industria?”.

“Da 70 anni Confartigianato sta raccogliendo le esigenze delle imprese per fare un’operazione di problem solving – ha affermato Paolo Giacon di Confartigianato Veneto –. Di sicuro è necessaria una “evangelizzazione tecnologica” e un cambiamento del modello di business. Inoltre, le imprese hanno bisogno di competenze avanzate, che il mondo degli ingegneri e dell’università sono in grado di offrire”.

“Noi siamo dalla parte delle persone che vogliono realizzare una propria azienda di prodotto, qualcosa di fisico e tangibile – ha detto Jari Ognibeni, fondatore di Industrio, primo acceleratore di startup per hardware –. Le aiutiamo a lanciare la propria azienda e portare sul mercato un prodotto che possa far cambiare l’industria, alla quale vogliamo contribuire anche attraverso l’Industria 4.0”.

“L’Industria 4.0 è una grande occasione, sia da un punto di vista fiscale, sia strategico – ha concluso il sottosegretario all’Economia e Finanze Pier Paolo Baretta collegato via Skype –. Dal punto di vista fiscale, va ricordato che il superammortamento non si sostituisce ma si somma a tutti gli altri benefici fiscali già in essere”.

Scarica il Comunicato Stampa