Categoria: Comunicati stampa

“Industria 4.0: rivoluzione industriale e professionale”, Foiv al Galileo Festival

La FOIV Federazione degli Ordini degli Ingegneri del Veneto organizza, nella giornata di apertura del prestigioso Galileo Festival, manifestazione internazionale dedicata ai temi dell’innovazione, il convegno “Industria 4.0: rivoluzione industriale e professionale”.

L’evento, che avrà luogo giovedì 11 maggio dalle ore 15.00 alle ore 16.30 a Padova in Aula Nievo, presso il Palazzo del Bo, è organizzato in collaborazione con l’Università di Padova e Confindustria Veneto.

“Senza il contributo degli ingegneri non possono esserci innovazione e sviluppo – dichiara il presidente della FOIV ing. Gian Pietro Napol –. Per questo la nostra Federazione si è ritagliata uno spazio nel pomeriggio di giovedì 11 maggio, dove trattare il tema dell’industria 4.0 con gli stakeholder del settore”.

“L’obiettivo del convegno – spiega il vicepresidente della FOIV e referente dei Gruppi di Lavoro per il settore industriale ing. Andrea Falsirollo – è fare il punto sul Piano nazionale Industria 4.0, valutarne lo stato di avanzamento nelle imprese, analizzare le ricadute sull’economia e la società del Veneto e, non da ultimo, quali figure professionali rimarranno e quali figure professionali ne scaturiranno dalla nuova rivoluzione industriale”.

A questo proposito interverranno il sottosegretario all’Economia e alle Finanze Pier Paolo Baretta; Annalisa Magone, giornalista e presidente di Torino Nord Ovest, centro di ricerca che si occupa di imprese, lavoro e innovazione e autrice di “Industria 4.0. Uomini e macchine nella fabbrica digitale”; Stefano Miotto, responsabile per le politiche Industriali, la Ricerca e l’Innovazione di Confindustria Veneto; prof. Fabrizio Dughiero, prorettore al trasferimento tecnologico e ai rapporti con le imprese dell’Università di Padova; ing. Andrea Falsirollo, vice presidente degli Ingegneri del Veneto per il settore industriale; Renato Mason, segretario della CGIA di Mestre; Roberto Boschetto, vice presidente vicario di Confartigianato Imprese Veneto; Jari Ognibeni, fondatore di Industrio, primo acceleratore di startup per hardware.

Agli Ingegneri che parteciperanno ai tre eventi previsti dalle ore 15:00 alle ore 19:15 di giovedì 11, ovvero “Industria 4.0: rivoluzione industriale e professionale” ore 15:00 – 16:15 in Aula Nievo, “La sindrome di Eustachio. Storia italiana delle scoperte dimenticate” ore 16:30 – 17:45 in Aula Magna e “Intervista con il robot” ore 18:00 – 19:15 in Aula Magna, saranno riconosciuti 3 CFP. Si precisa che ciascun evento avrà una propria allocazione e sarà necessaria l’iscrizione a ciascuno dei dibattiti.

Scarica il Comunicato Stampa

Vicenza, sicurezza al centro. Doppio appuntamento venerdì 31 marzo

Avrà luogo venerdì 31 marzo a Vicenza, presso la sede di Confindustria Vicenza a Palazzo Bonin-Longare, la riunione della Macro Area Nord del Consiglio Nazionale degli Ingegneri, in materia di Sicurezza e Prevenzione Incendi, per raccogliere contributi utili alle attività svolte in campo nazionale.  L’incontro è previsto nel pomeriggio, dalle ore 14.30 alle ore 17.30; in mattinata, invece, dalle ore 9 alle ore 12.30 si terrà un seminario organizzato dall’Ordine ingegneri Vicenza e Confindustria Vicenza, in collaborazione con la Direzione Interregionale dei Vigili del Fuoco del Veneto e del Trentino Alto Adige e con il Consiglio Nazionale degli Ingegneri (CNI) sul tema “Il Codice di prevenzione incendi DM 03/08/2015: vantaggi e opportunità per le attività produttive”.

“Si tratta di un evento tecnico-promozionale sulle applicazioni pratiche del Codice di prevenzione incendi (DM 03/08/2015), adatto ad essere presentato agli industriali, oltre che ai colleghi ingegneri – spiega l’ing. Marco Di Felice, membro del Coordinamento regionale FOIV Prevenzione incendi e della Commissione sicurezza e prevenzione incendi dell’Ordine di Vicenza –. Si presenteranno alcuni esempi progettuali, molto pratici, che offrano la percezione dei vantaggi anche a chi non è addetto ai lavori ma nutre interessi diretti”.

I principali interventi, infatti, hanno lo scopo di illustrare un progetto reale di prevenzione incendi redatto seguendo i nuovi criteri del Codice, per un’attività produttiva e/o con problematiche di gestione dell’esodo e di business continuity.

Un’indagine recentemente condotta dal Consiglio Nazionale Ingegneri fra i professionisti antincendio rivela un interesse notevole per il Codice, a fronte di un utilizzo ancora poco diffuso, a più di un anno dalla sua entrata in vigore. Oltre a promuovere la divulgazione, “sarà necessario lavorare ancora sul ruolo fondamentale del professionista nel convincere il committente della migliore qualità del progetto che, quand’anche più oneroso, può aprire un ventaglio di gradi di libertà progettuali che si traducono in nuove opportunità per la soluzione di tutte le criticità produttive ed i vincoli architettonici” si legge nella relazione degli ingegneri Fabio Dattilo, Marco Di Felice e Gaetano Fede.

Nel corso dell’incontro pomeridiano, rivolto ai responsabili e agli esperti della Macro Area del Nord (e dunque dai rappresentanti di ciascun Ordine provinciale, delle Federazioni e delle Consulte regionali), verrà illustrata l’attività del GdL sicurezza del Consiglio Nazionale Ingegneri nel quinquennio 2011-2016. Sarà inoltre presentato il programma di lavoro sicurezza e prevenzione incendi per il 2017; si tratterà poi di prevenzione incendi, di valutazione del rischio da rinvenimento ordigni bellici inesplosi in attività di scavo. Infine, verrà proposta la Linea Guida CNI per il Coordinatore Sicurezza in fase di Progettazione.

Premiati i vincitori del concorso Foiv sulla prevenzione e il recupero ambientale

Si è svolta oggi nell’ambito di SaMo Ter, a Veronafiere, la premiazione dei vincitori del concorso FOIV sulla prevenzione e il recupero ambientale. Un tema particolarmente sentito dalla Federazione degli Ordini degli Ingegneri del Veneto, che ha promosso l’iniziativa con il patrocinio del CNI – Consiglio Nazionale Ingegneri, della Protezione Civile Regione Veneto, della Direzione Interregionale Vigili del Fuoco del Veneto e Trentino Alto Adige e di Confindustria Veneto.

Il bando di partecipazione prevedeva due sezioni: la prima relativa ai progetti di prevenzione, tutela e salvaguardia del territorio, la seconda a interventi di ripristino e riqualificazione ambientale. Sei, nel complesso, le proposte premiate dalla commissione valutatrice – composta da esperti designati da FOIV e dagli enti patrocinanti. Per ciascuna delle sezioni i premi consistono in 1.500,00 euro per il primo qualificato, 1.000 euro per il secondo e 500 per il terzo.

Dichiarati vincitori all’unanimità il progetto dell’ing. Massimo Sacchetto, per la prima sezione, e quello dell’ing. Alberto Bisson per la seconda. Sacchetto ha proposto un sistema per le indagini geognostiche per lo studio degli eventi franosi, con l’obiettivo di accorciare i tempi e ridurre i costi rispetto alle attrezzature tradizionali. Inoltre intende sviluppare un sistema di monitoraggio avanzato che permetta di avere dati affidabili, e soprattutto in tempo reale, per consentire un’allerta precoce in caso di movimenti “rapidi” della frana. Tema d’attualità, soprattutto per le amministrazioni locali, quello di Bisson, che ha presentato una tecnica di rinforzo di versanti soggetti a movimenti franosi lenti con Ancoraggi Flottanti Sirive®, soluzione innovativa che è stata oggetto di studio presso il Dipartimento di Ingegneria Civile, Edile e Ambientale dell’Università degli Studi di Padova, all’interno di un programma di Dottorato di Ricerca conclusosi nel 2015. Lo studio ha portato al deposito di 2 brevetti europei da parte dell’impresa Dalla Gassa Srl di Cornedo Vicentino (VI), finanziatrice del progetto di ricerca. La tecnica è già stata impiegata con successo nel corso del Dottorato di Ricerca per la stabilizzazione di 4 frane innescatesi in Provincia di Vicenza in occasione dell’alluvione dell’autunno 2010.

Premiato per il primo tema anche l’ing. Carlo Ghirardelli, che si è aggiudicato il secondo posto con un progetto dall’approccio multidisciplinare sulla sicurezza idraulica e geologica del territorio. Partendo da un preciso caso studio, Ghirardelli approfondisce una modalità di intervento a scala territoriale, l’agroforestazione, volta a minimizzare gli impatti di una crescita insediativa incontrollata. Terzo classificato il progetto dell’ing. Francesco Facchinato, che propone l’utilizzo di elementi vibroinfissi, reti e macchine per la prevenzione del dissesto idrogeologico e per la tutela del territorio, con modesto impatto e costi contenuti.

Quanto al secondo tema, si è guadagnato il secondo posto l’ing. Alberto Pivato, che si è occupato degli impatti ambientali che una discarica può generare nel territorio. Il progetto propone alcuni interventi finalizzati ad abbattere le emissioni di lungo termine e garantire il raggiungimento di una stabilità chimica, biologica e geologica della discarica entro tempi più brevi. Terzo classificato l’ing. David Voltan, che presenta il progetto esecutivo di cui si è dotata l’autorità di Bacino Adige Po della Sezione di Rovigo per il “ripristino dei muri, delle scarpate e dell’alveo del Ramo Interno del fiume Canalbianco nel centro abitato del Comune di Adria (RO)”.

“Siamo soddisfatti dei risultati di questa prima edizione, che ha già ottenuto un buon riscontro, visto il numero e il livello delle proposte – afferma il presidente FOIV Gian Pietro Napol -. I lavori presentati sono altamente innovativi e specialistici, ed è stato proprio questo il fattore che abbiamo voluto premiare, assegnando fino a 50 punti al carattere innovativo della proposta. Abbiamo altresì valorizzato la replicabilità e l’efficacia del progetto, con un massimo di 30 punti, e il rapporto costi/benefici cui sono stati attribuiti fino a 20 punti”.

Scarica il Comunicato Stampa

Prevenzione e recupero ambientale, giovedì 23 la premiazione dei vincitori del bando Foiv

Venezia, 21 febbraio 2017 – Si svolgerà giovedì 23 febbraio a Veronafiere la premiazione dei vincitori del concorso FOIV-Federazione degli Ordini degli Ingegneri del Veneto per la prevenzione e il recupero ambientale. La cerimonia sarà ospitata nell’ambito della 30ª edizione di Samoter, il salone internazionale delle macchine movimento terra, da cantiere e per l’edilizia, quest’anno incentrato sulle soluzioni tecnologiche per l’emergenza del territorio e il dissesto idrogeologico (22-25 febbraio, Veronafiere).

Il concorso è patrocinato da Consiglio Nazionale degli Ingegneri, Protezione Civile della Regione Veneto, Direzione Interregionale Vigili del Fuoco del Veneto e Trentino Alto Adige e Confindustria Veneto.

 

Cerimonia di premiazione:

23 febbraio 2017, ore 14:00
Pad. 7, Area Forum, Veronafiere

 

Per accrediti: http://www.samoter.it/it/richiesta-accredito-stampa/ oppure direttamente al Centro accrediti presso il Palaexpo (muniti di tessera professionale).

Nuovo Codice dei Contratti e Anticorruzione, si chiude domani, giovedì 9 febbraio, a Rovigo il ciclo di seminari per ingegneri della Foiv

Si chiude domani, giovedì 9 febbraio, a Rovigo  il ciclo di incontri organizzato dalla Foiv – Federazione Ordini Ingegneri del Veneto per fare chiarezza sul Nuovo codice dei contratti e le Linee guida dell’Anac nei servizi di ingegneria. Cosa cambia in materia di programmazione, progettazione e realizzazione delle opere pubbliche e private. Dopo gli appuntamenti di Verona, Vicenza, Treviso, Belluno, Venezia e Padova,  Se ne parlerà all’incontro che si svolgerà presso l’Hotel Cristallo – Sala Giardini Grande – Viale Porta Adige n. 1 – Rovigo alle ore 15 (locandina allegata). Il seminario ha l’obiettivo non solo di aggiornare sui cambiamenti normativi e legislativi del nuovo Codice dei Contratti pubblici, ma anche di sviluppare strategie e saperi di cui quotidianamente gli ingegneri sono protagonisti. Al centro dell’incontro, in particolare, i servizi di ingegneria e le relative linee guida dell’ANAC, Autorità Nazionale Anticorruzione.

Siamo molto soddisfatti della partecipazione alle precedenti tappe di questo ciclo di incontri. È segno che nella nostra categoria l’attenzione al tema dell’anticorruzione è alta – sottolinea il Presidente della FOIV, ing. Gian Pietro Napol -. Abbiamo fortemente voluto questa iniziativa perché siamo convinti che solo nel rispetto delle regole si possono sviluppare al meglio i saperi di cui gli ingegneri, per parte propria, sono interpreti. Per questo le rappresentanze professionali, come la nostra, sono chiamate a collaborare nell’attuazione di una comune strategia, volta a ridurre gli spazi del malaffare e a incentivare una maggiore correttezza nei sistemi produttivi”.

“Con questi seminari itineranti in tutto il Veneto abbiamo avuto la conferma che la formazione sia il mezzo più adeguato per tenere alta l’attenzione su un tema tanto centrale – spiega il coordinatore dei seminari, ing. Mariano Carraro –. Con questo contributo ci impegniamo affinché i nostri professionisti siano aggiornati e sensibilizzati nel rispetto delle nuove normative”.

Scarica il Comunicato Stampa

Nuovo codice dei Contratti e Anticorruzione, mercoledì 18 gennaio a Padova nuova tappa del ciclo di seminari per ingegneri

Riparte da Padova il ciclo di incontri organizzato dalla Foiv – Federazione Ordini Ingegneri del Veneto per fare chiarezza sul Nuovo codice dei contratti e le Linee guida dell’Anac nei servizi di ingegneria. Cosa cambia in materia di programmazione, progettazione e realizzazione delle opere pubbliche e private? Se ne parlerà mercoledì 18 gennaio 2017 presso l’Auditorium Ordine degli Ingegneri di Padova Piazza G. Salvemini 2, 35131 Padova (locandina allegata). Il seminario svilupperà prevalentemente il tema del direttore dei lavori e del direttore dell’esecuzione, con particolare riferimento alle rispettive linee guida dell’ANAC.

Solo nel rispetto delle regole si possono sviluppare al meglio i saperi di cui gli ingegneri, per parte propria, sono interpreti – sottolinea il Presidente della FOIV, ing. Gian Pietro Napol -. Per questo le rappresentanze professionali, come la nostra, sono chiamate a collaborare nell’attuazione di una comune strategia, volta a ridurre gli spazi del malaffare e ad incentivare una maggiore correttezza nei sistemi produttivi”.

“È un’iniziativa che abbiamo fortemente voluto – spiega il coordinatore dei seminari, ing. Mariano Carraro – perché intendiamo porre la massima attenzione sul tema e riteniamo che la formazione sia il mezzo più adeguato. Con questo contributo, ci impegniamo affinché i nostri professionisti siano aggiornati e sensibilizzati nel rispetto delle nuove normative”.

Il ciclo di seminari ha l’obiettivo non solo di aggiornare le figure professionali sui cambiamenti normativi e legislativi del nuovo Codice dei Contratti pubblici, approvato con il Decreto legislativo n°50 del 18 aprile 2016, ma anche di sviluppare strategie e saperi di cui quotidianamente gli ingegneri sono protagonisti. Gli incontri, rivolti agli ingegneri liberi professionisti o dipendenti delle amministrazioni pubbliche o delle società private, avranno luogo da novembre 2016 a gennaio 2017 e si concentreranno particolarmente sui servizi di ingegneria e sulle relative linee guida dell’ANAC, Autorità nazionale Anticorruzione.

I seminari – ognuno dei quali approfondirà un tema specifico – prevedono la presenza di relatori esperti in materie ingegneristiche e giuridiche e rappresentanti della Regione Veneto.

L’ultima tappa del ciclo di incontri sarà a Rovigo il 9 febbraio.

Scarica il Comunicato Stampa

Concorso Foiv per la prevenzione e recupero ambientale

FOIV – Federazione Ordini Ingegneri del Veneto promuove un concorso a premi in denaro per far emergere le professionalità degli ingegneri italiani impegnati nella prevenzione del territorio da calamità naturali e nelle soluzioni dei problemi tecnici post-evento.
I progetti selezionati verranno premiati nell’ambito della manifestazione fieristica SaMoTer 2017, edizione quest’anno incentrata sulle soluzioni tecnologiche per l’emergenza del territorio e il dissesto idrogeologico.
Iniziativa patrocinata dal CNI – Consiglio Nazionale Ingegneri, dalla Protezione Civile Regione del Veneto, dalla Direzione Interregionale Vigili del Fuoco del Veneto e Trentino Alto Adige e da Confindustria Veneto.

Obiettivo
Lo scopo del concorso è valorizzare soluzioni innovative sia per la tutela del territorio e la prevenzione del dissesto idrogeologico che per le emergenze ambientali, con particolare riferimento al contributo che le macchine e le tecnologie innovative, nel campo del movimento terra, possono apportare agli operatori che intervengono in contesti ambientali a rischio.

Partecipanti ammessi
Sono ammessi tutti i soggetti che operano nel settore, purchè la documentazione prodotta sia sottoscritta da un ingegnere italiano iscritto all’Albo.

Modalità di partecipazione e documentazione da presentare
La documentazione dovrà pervenire entro le ore 24,00 del 16 gennaio 2017 e andrà presentata sull’apposito modulo qui scaricabile
Il modulo dovrà essere compilato in ogni sua parte ed inviato per posta elettronica certificata, da una casella di posta riconducibile al soggetto proponente, all’indirizzo foiv@ingpec.eu inserendo come oggetto “Concorso FOIV per la prevenzione e recupero ambientale”, allegando anche un documento di riconoscimento.
Ogni soggetto interessato dovrà inoltre presentare:

• Abstract di una facciata A4 con dati salienti del progetto (indicando: motivazioni, obbiettivi e risultati del progetto)

• Relazione illustrativa: da un minimo di n. 1 ad un massimo di n. 6 cartelle in formato A4 (per cartella intendiamo 3.000 caratteri spazi inclusi );

• Elaborati grafici, comprensivi di eventuale documentazione fotografica, nel numero massimo di 10 tavole in formato A3 (tavole a bassa risoluzione in modo da permettere l’invio telematico);

È ammesso un solo progetto per partecipante.

Scelta del vincitore
La Commissione di valutazione sceglierà il vincitore fondando la propria insindacabile decisione sulla base di un punteggio indicativo, che sarà formato come segue:

• Carattere innovativo della proposta: max 50 punti

• Applicabilità ed efficacia della proposta: max 30 punti

• Rapporto costi/benefici: max 20 punti

La Commissione di valutazione si riserva la facoltà di non assegnare i premi, il suo giudizio è inappellabile e insindacabile.

Commissione di valutazione
Sarà costituita da esperti designati da FOIV e dagli enti patrocinanti.

Premi
Saranno premiate sei proposte progettuali, siano esse già realizzate o ancora da realizzare, di cui tre relative al tema della prevenzione/tutela del territorio e le altre tre relative al tema del recupero/valorizzazione post-evento calamitoso.
Per ognuno dei 2 temi i premi consistono in:
1° premio: € 1.500,00
2° premio: € 1.000,00
3° premio: € 500,00

Cerimonia di premiazione
La premiazione si terrà il giorno 23 febbraio 2017 all’interno della Fiera SaMo Ter (Veronafiere, 22-25 febbraio 2017). L’orario e la sala saranno pubblicati sul sito FOIV e resi pubblici da SaMoTer.
In tale occasione, i vincitori avranno l’opportunità di illustrare il proprio lavoro; inoltre i loro nominativi verranno pubblicati sul sito internet di FOIV e degli enti coinvolti e patrocinanti.

Consenso
La partecipazione al Concorso implica la conoscenza e la totale accettazione dei termini e condizioni contenuti nel presente bando di concorso.
Ciascun candidato autorizza espressamente FOIV a trattare i dati personali trasmessi ai sensi del D.Lgs. 196/2003 (‘Codice Privacy’), anche ai fini dell’inserimento in banche dati gestite dalle persone suddette.

Nuovo Codice dei Contratti e Anticorruzione, mercoledì 21 dicembre, a Venezia nuova tappa del ciclo di seminari per ingegneri

Arriva a Venezia il ciclo di incontri organizzato dalla Foiv – Federazione Ordini Ingegneri del Veneto per fare chiarezza sul Nuovo codice dei contratti e le Linee guida dell’Anac nei servizi di ingegneria. Cosa cambia in materia di programmazione, progettazione e realizzazione delle opere pubbliche e private? Se ne parlerà mercoledì 21 dicembre 2016 presso l’Auditorium Centro Cardinale Urbani Via Visinoni 4/c, 30174 Venezia (loc. Zelarino)  (locandina allegata, ingresso gratuito). Il seminario svilupperà prevalentemente il tema del RUP, responsabile unico del procedimento, con particolare riferimento alla rispettiva linea guida dell’ANAC. È rivolto a tutti gli ingegneri del Veneto. Al suo termine si svolgerà l’Assemblea degli iscritti all’Ordine degli Ingegneri della provincia di Venezia.

Spetta alle rappresentanze professionali, e quindi anche alla nostra, collaborare per la migliore riuscita possibile di una strategia che riduca gli spazi del malaffare e incentivi maggiore correttezza nei sistemi produttivi – sottolinea il Presidente della FOIV, ing. Gian Pietro Napol -, nella consapevolezza che solo nel rispetto delle regole si possono sviluppare al meglio i saperi di cui, per parte propria, gli ingegneri sono interpreti”.

“È un’iniziativa che abbiamo fortemente voluto – spiega il coordinatore dei seminari, ing. Mariano Carraro – perché intendiamo porre la massima attenzione sul tema e riteniamo che la formazione sia il mezzo più adeguato. Con questo contributo, ci impegniamo affinché i nostri professionisti siano aggiornati e sensibilizzati nel rispetto delle nuove normative”.

Il ciclo di seminari ha l’obiettivo non solo di aggiornare le figure professionali sui cambiamenti normativi e legislativi del nuovo Codice dei Contratti pubblici, approvato con il recente Decreto legislativo n°50 del 18 aprile 2016, ma anche di sviluppare strategie e saperi di cui quotidianamente gli ingegneri sono protagonisti. Gli incontri, rivolti agli ingegneri liberi professionisti o dipendenti delle amministrazioni pubbliche o delle società private, avranno luogo da novembre 2016 a gennaio 2017 e si concentreranno particolarmente sui servizi di ingegneria e sulle relative linee guida dell’ANAC, Autorità nazionale Anticorruzione.

I seminari – ognuno dei quali approfondirà un tema specifico – prevedono la presenza di relatori esperti in materie ingegneristiche e giuridiche e rappresentanti della Regione Veneto.

Il calendario degli incontri prosegue con la tappa di Padova, mercoledì 18 gennaio 2017, che svilupperà prevalentemente il tema del Direttore dei lavori e del direttore dell’esecuzione, con particolare riferimento alle rispettive linee guida dell’ANAC. Il seminario è rivolto a tutti gli ingegneri del Veneto. Il ciclo di incontri si concluderà a Rovigo, in data da definirsi.

Scarica il Comunicato Stampa

Nuovo Codice dei Contratti e Anticorruzione, giovedì 24 novembre a Treviso nuova tappa del ciclo di seminari per ingegneri

Arriva a Treviso il ciclo di incontri organizzato dalla Foiv – Federazione Ordini Ingegneri del Veneto per fare chiarezza sul Nuovo codice dei contratti e le Linee guida dell’Anac nei servizi di ingegneria. Cosa cambia in materia di programmazione, progettazione e realizzazione delle opere pubbliche e private? Se ne parlerà giovedì 24 novembre 2016 presso la Sala convegni dell’Ordine Ingegneri di Treviso, Prato Fiera 23, Treviso. L’incontro si concentrerà sul tema delle gare per l’affidamento degli incarichi, sul sistema dell’offerta economicamente più vantaggiosa e la formazione delle commissioni. Sarà rivolto agli ingegneri delle province di Venezia, Treviso e Belluno.

Spetta alle rappresentanze professionali, e quindi anche alla nostra, collaborare per la migliore riuscita possibile di una strategia che riduca gli spazi del malaffare e incentivi maggiore correttezza nei sistemi produttivi – sottolinea il Presidente della FOIV, ing. Gian Pietro Napol -, nella consapevolezza che solo nel rispetto delle regole si possono sviluppare al meglio i saperi di cui, per parte propria, gli ingegneri sono interpreti”.

“È un’iniziativa che abbiamo fortemente voluto – spiega il coordinatore dei seminari, ing. Mariano Carraro – perché intendiamo porre la massima attenzione sul tema e riteniamo che la formazione sia il mezzo più adeguato. Con questo contributo, ci impegniamo affinché i nostri professionisti siano aggiornati e sensibilizzati nel rispetto delle nuove normative”.

Il ciclo di seminari ha l’obiettivo non solo di aggiornare le figure professionali sui cambiamenti normativi e legislativi del nuovo Codice dei Contratti pubblici, approvato con il recente Decreto legislativo n°50 del 18 aprile 2016, ma anche di sviluppare strategie e saperi di cui quotidianamente gli ingegneri sono protagonisti. Gli incontri, rivolti agli ingegneri liberi professionisti o dipendenti delle amministrazioni pubbliche o delle società private, avranno luogo da novembre 2016 a gennaio 2017 e si concentreranno particolarmente sui servizi di ingegneria e sulle relative linee guida dell’ANAC, Autorità nazionale Anticorruzione.

I seminari – ognuno dei quali approfondirà un tema specifico – prevedono la presenza di relatori esperti in materie ingegneristiche e giuridiche e rappresentanti della Regione Veneto. Il costo per partecipare a ciascun seminario è pari a 10,00 Euro.

Il calendario degli incontri prosegue con le seguenti date:

• Belluno, giovedì 1 dicembre 2016 – ripeterà il tema già svolto a Vicenza, relativo alle gare per l’affidamento degli incarichi dei servizi di ingegneria e sarà rivolto agli ingegneri delle province di Venezia, Treviso e Belluno.

• Venezia, mercoledì 21 dicembre 2016 – svilupperà prevalentemente il tema del RUP, responsabile unico del procedimento, con particolare riferimento alla rispettiva linea guida dell’ANAC. Il seminario è rivolto a tutti gli ingegneri del Veneto; al suo termine si svolgerà l’Assemblea degli iscritti all’Ordine degli Ingegneri della Provincia di Venezia.

• Padova, giovedì 19 gennaio 2017 – svilupperà prevalentemente il tema del Direttore dei lavori e del direttore dell’esecuzione, con particolare riferimento alle rispettive linee guida dell’ANAC. Il seminario è rivolto a tutti gli ingegneri del Veneto.

Scarica il Comunicato Stampa

Nuovo Codice dei Contratti e Anticorruzione, oggi, giovedì 17 novembre, a Vicenza seconda tappa del ciclo di seminari per ingegneri

Seconda tappa del ciclo di incontri organizzato dalla Foiv – Federazione Ordini Ingegneri del Veneto per fare chiarezza sul Nuovo codice dei contratti e le Linee guida dell’Anac nei servizi di ingegneria. Cosa cambia in materia di programmazione, progettazione e realizzazione delle opere pubbliche e private? Se ne parlerà oggi pomeriggio, giovedì 17 novembre 2016 dalle ore 15.00a Vicenza presso la Sala dei Fondatori al Centro Congressi di Confartigianato in via E. Fermi 134  (locandina allegata). L’incontro si concentrerà sul tema delle gare per l’affidamento degli incarichi, sul sistema dell’offerta economicamente più vantaggiosa e la formazione delle commissioni. Sarà rivolto agli ingegneri delle province di Verona, Vicenza, Rovigo e Padova.

“Spetta alle rappresentanze professionali, e quindi anche alla nostra, collaborare per la migliore riuscita possibile di una strategia che riduca gli spazi del malaffare e incentivi maggiore correttezza nei sistemi produttivi – sottolinea il Presidente della FOIV, ing. Gian Pietro Napol -, nella consapevolezza che solo nel rispetto delle regole si possono sviluppare al meglio i saperi di cui, per parte propria, gli ingegneri sono interpreti”.

“È un’iniziativa che abbiamo fortemente voluto – spiega il coordinatore dei seminari, ing. Mariano Carraro – perché intendiamo porre la massima attenzione sul tema e riteniamo che la formazione sia il mezzo più adeguato. Con questo contributo, ci impegniamo affinché i nostri professionisti siano aggiornati e sensibilizzati nel rispetto delle nuove normative”.

Il ciclo di seminari ha l’obiettivo non solo di aggiornare le figure professionali sui cambiamenti normativi e legislativi del nuovo Codice dei Contratti pubblici, approvato con il recente Decreto legislativo n°50 del 18 aprile 2016, ma anche di sviluppare strategie e saperi di cui quotidianamente gli ingegneri sono protagonisti. Gli incontri, rivolti agli ingegneri liberi professionisti o dipendenti delle amministrazioni pubbliche o delle società private, avranno luogo da novembre 2016 a gennaio 2017 e si concentreranno particolarmente sui servizi di ingegneria e sulle relative linee guida dell’ANAC, Autorità nazionale Anticorruzione.

I seminari – ognuno dei quali approfondirà un tema specifico – prevedono la presenza di relatori esperti in materie ingegneristiche e giuridiche e rappresentanti della Regione Veneto. Il costo per partecipare a ciascun seminario è pari a 10,00 Euro.

Il calendario degli incontri prosegue con le seguenti date:

·         Treviso, giovedì 24 novembre 2016 – ripeterà il tema già svolto a Verona relativo servizi di ingegneria, e sarà rivolto agli ingegneri delle province di Venezia, Treviso e Belluno.

·          Belluno, giovedì 1 dicembre 2016 – ripeterà il tema già svolto a Vicenza, relativo alle gare per l’affidamento degli incarichi dei servizi di ingegneria e sarà rivolto agli ingegneri delle province di Venezia, Treviso e Belluno.

·         Venezia, mercoledì 21 dicembre 2016 – svilupperà prevalentemente il tema del RUP, responsabile unico del procedimento, con particolare riferimento alla rispettiva linea guida dell’ANAC. Il seminario è rivolto a tutti gli ingegneri del Veneto; al suo termine si svolgerà l’Assemblea degli iscritti all’Ordine degli Ingegneri della Provincia di Venezia.

·         Padova, giovedì 19 gennaio 2017 – svilupperà prevalentemente il tema del Direttore dei lavori e del direttore dell’esecuzione, con particolare riferimento alle rispettive linee guida dell’ANAC. Il seminario è rivolto a tutti gli ingegneri del Veneto.

Scarica il Comunicato Stampa